Prima Pagina | Politica società diritti | Una mostra per i primi cento anni di attività degli scout CNGEI ad Arezzo

Una mostra per i primi cento anni di attività degli scout CNGEI ad Arezzo

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Una mostra per i primi cento anni di attività degli scout CNGEI ad Arezzo

 

La Sezione aretina dell’associazione scout CNGEI festeggia quest’anno il centenario dalla sua fondazione. Per questo motivo è stata organizzata una mostra fotografica che offre la possibilità ai cittadini aretini di scoprire avvenimenti, personaggi e tradizioni della Sezione, ripercorrendo allo stesso tempo la storia locale dell’ultimo secolo. La mostra verrà inaugurata alle 11 di sabato 2 aprile al Circolo Artistico in Corso Italia 108 e rimarrà aperta fino a giovedì 7. Nel fine settimana la mostra sarà aperta dalle 9:30 alle 19:30, mentre dal lunedì al giovedì sarà aperta dalle 17:30 alle 19:30. L’ingresso è gratuito.

La mostra propone un'esperienza multisensoriale, poiché quello dello scautismo non è un mondo semplice da illustrare, se non lo si vive in prima persona. Per questo motivo, seguendo il motto scout “imparare facendo”, i visitatori avranno la possibilità di immergersi nella vita scout e di scoprire, attraverso foto, filmati e l’interazione con oggetti autentici, l’evoluzione storica  e le molteplici esperienze della Sezione di Arezzo del CNGEI.

La storia dello scautismo affonda le proprie radici nell’inizio del secolo scorso: nel 1907, infatti, Sir Robert Baden-Powell fondò un movimento di educazione non formale, che ebbe un immediato successo e si diffuse presto in tutto il mondo. Ad oggi lo scautismo conta 40 milioni di membri ed è presente in 216 paesi; ciò lo rende il movimento giovanile più popolare del mondo. In Italia, l’associazione CNGEI (Corpo Nazionale Giovani Esploratori ed Esploratrici Italiani) venne fondata nel 1912 e già nel 1916 venne istituita la Sezione aretina, che ha oggi sede a Villa Severi, in via F. Redi 13. 

La sviluppo della Sezione aretina del CNGEI segue la storia italiana dell’ultimo secolo. Dall’attività clandestina durante il fascismo all’unione dei movimenti maschili e femminili dopo il Sessantotto: visitare la mostra offrirà l’opportunità ai visitatori di ripercorrere le vicende locali degli ultimi cento anni. Inoltre, l’associazione scout ha sempre avuto un ruolo attivo nella vita cittadina e si identifica come protagonista in molte iniziative di volontariato. Ad oggi, il CNGEI ha una spiccata attenzione per il territorio e per la sua natura, e collabora frequentemente con altre associazioni presenti ad Arezzo: negli ultimi anni, infatti, ha collaborato con Legambiente, Oxfam e amministrazioni locali come il Comune di Arezzo, ed è appena stata istituita una partnership con il CAI. Nel corso del 2016, infine, sempre in occasione del centenario, sono stati e saranno ancora organizzati una serie di eventi aperti al pubblico per offrire, a chi non l’ha mai avuta, la possibilità di sperimentare l’esperienza scout. Per maggiori informazioni e aggiornamenti sui prossimi eventi, si rimanda al sito http://arezzo.cngei.it e alla pagina Facebook https://www.facebook.com/cngeiarezzo/

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0