Prima Pagina | Economia e lavoro | Parte il Progetto Pronto Badante Zona Aretina

Parte il Progetto Pronto Badante Zona Aretina

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Parte il Progetto Pronto Badante Zona Aretina

Un servizio di sostegno per le famiglie di persone anziane

 

Il 1 marzo è partito il Progetto “Pronto Badante Zona Aretina”. Il progetto, avviato dalla Regione in forma sperimentale nel 2015 sul territorio delle ASL di Firenze Empoli, è stato esteso per il 2016 – 2017 a tutta la Regione. Per la Zona Aretina, è risultato vincitore del bando il progetto presentato dalla Cooperativa Progetto 5,  con un partenariato composto da Cooperativa Santa Maria In Gradi e Cooperativa Athena Associazione Esculapio, Cooperativa Margherita+, Consorzio Pegaso, ACLI e AIMA e AVO che a livello locale supportano il progetto con la propria rete di volontariato.

“È una grande sfida quella che ci spetta sul territorio aretino: dopo una sperimentazione su Firenze, parte finalmente in tutta l  a Regione il progetto Pronto Badante” afferma Maria Cristina Rossetti, presidente di Progetto 5, “un progetto che dovrebbe rappresentare un ponte tra gli anziani che manifestano le prime necessità di aiuto e i soggetti della cooperazione e del volontariato locale che supporteranno il richiedente nella ricerca e nel primo inserimento di una/un badante in casa”.

“Pronto Badante” è il progetto della Regione Toscana che ha come obiettivo il sostegno alla famiglia nel momento in cui si presenta la prima fase di fragilità dell’anziano. Lo scopo principale del Progetto “Pronto Badante Zona Aretina” è fare in modo che la persona anziana fragile e la propria famiglia possano contare su un aiuto concreto nelle prime fasi del bisogno, quando la fragilità si manifesta e diventa essenziale avere informazioni ed assistenza. Il progetto con il coinvolgimento del Terzo Settore e del volontariato oltreché dei soggetti istituzionali del territorio, prevede un intervento diretto di operatori presso le abitazioni di famiglia dell’anziano, in modo da garantire un unico punto di riferimento per avere informazioni riguardanti i percorsi socio-assistenziali e un sostegno per l’attivazione di un rapporto di assistenza familiare con una/un badante.

Il Numero Verde Pronto Badante 800 59 33 88, attivo dal lunedì al venerdì dalle 08.00 alle 18.00 e sabato dalle 08.00 allen 13.00 si rivolge alla famiglia con anziano convivente o all’anziano che vive da solo e che rientra nelle seguenti condizioni:

  • età uguale o superiore a 65 anni
  • residenza in uno dei Comuni della provincia di Arezzo: Arezzo, Capolona, Subbiano, Castiglion Fibocchi, Civitella In Val Di Chiana, Monte San Savino.
  • trovarsi in un momento di difficoltà, fragilità o disagio che si manifesta per la prima volta
  • non avere già in atto un progetto di assistenza personalizzato (PAP) da parte dei servizi     territoriali
  • non aver già stipulato un contratto di assistenza familiare

COME FUNZIONA

Dopo aver contattato il numero verde e dopo una prima visita in cui sia stata rilevata la effettiva necessità dell’anziano, un operatore autorizzato si recherà, entro al massimo 48 ore, presso l’abitazione dove risiede l’anziano in difficoltà, garantendo così un unico punto di riferimento per tutte le informazioni necessarie ad assicurare la migliore cura alla persona anziana, inclusi i percorsi di accesso ai servizi pubblici.

Qualora, a seguito della visita dell’operatore, l’anziano abbia tutti i requisiti previsti, la Regione Toscana corrisponderà buoni lavoro (voucher) per un valore pari a 300 Euro, comprensivi di contributi previdenziali e assicurativi, per attivare un primo rapporto di lavoro regolare e occasionale con una/un badante. L’operatore autorizzato che segue l’anziano garantirà inoltre a domicilio un periodo di tutoraggio per aiutare la famiglia quando viene attivato il rapporto di assistenza familiare.

 “Per la buona riuscita del progetto,  occorre la collaborazione di tutti i soggetti che operano nei servizi sociali e sanitari del territorio dai Medici di Famiglia, agli Assistenti Sociali, ai Medici Specialisti, ecc., necessaria per poter raggiungere il maggior numero possibile di famiglie.”

 

Per ulteriori informazioni consultare:

www.progetto5.org

http://www.facebook.com/pronto.badante.toscana

http://www.facebook.com/coopprogetto5

 

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0