Prima Pagina | Politica società diritti | #ancincontra ad Arezzo, il confronto di Biffoni con i sindaci del territorio

#ancincontra ad Arezzo, il confronto di Biffoni con i sindaci del territorio

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
#ancincontra ad Arezzo, il confronto di Biffoni con i sindaci del territorio

 

 

Oggi ha fatto tappa ad Arezzo #ancincontra, il ciclo di appuntamenti che il presidente di Anci Toscana Matteo Biffoni sta facendo nei capoluoghi della regione per incontrare i sindaci dei territori. Stamani, nella sala della Giostra del Saracino del Palazzo Comunale, con Biffoni una ventina di amministratori hanno discusso dei maggiori problemi che vivono oggi le amministrazioni comunali.  Temi centrali del confronto la zonizzazione distretti sanitari, il superamento delle provincie connesso anche al tema delle politiche del personale dei comuni, l’immigrazione, i servizi.

“Anci é la casa dei comuni, utilizziamola – ha detto il presidente Biffoni – Per noi questi incontri sono preziosissimi, perché l’ascolto è fondamentale e ci permette di approfondire un nuova modalità di lavoro che ha l’obiettivo di rappresentare tutti, in particole i comuni più piccoli che hanno meno possibilità di farsi sentire”.

Anche Sergio Chienni, vicepresidente Anci e sindaco di Terranuova Bracciolini, ha sottolineato che “la possibilità di dare risposte adeguate ai cittadini passa da una collaborazione positiva tra enti” e si è soffermato sul tema dell’urbanistica, precisando che occorre semplificare gli strumenti normativi. Mentre il sindaco di San Giovanni Valdarno Maurizio Viligiardi ha evidenziato che “occorre dare respiro al blocco delle assunzioni causato da riordino province”.

Nel suo intervento, il sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli ha parlato delle difficoltà dei Comuni nel gestore l’immigrazione e del tema dei servizi “che riguarda la relazione con i cittadini, ossia il costo elevato per rifiuti e acqua. Chiedo che Anci si ponga il problema – ha detto - anche rispetto al tema degli ambiti ottimali, per cui occorre trovare una chiave di lettura anche in coerenza con legge nazionale”. Ghinelli ha infine ribadito l’importanza del ruolo di Anci nella nuova zonizzazione sociosanitaria.

Le conclusioni sono state di Biffoni, che ha affermato come i temi della sanità, della  finanza locale e del personale, su cui Anci è fortemente impegnata, siano stati centrali nella discussione. Così come le problematiche legate alla sicurezza urbana e all’immigrazione: la nostra posizione – ha detto - è favorevole all’accoglienza diffusa sul territorio, dove ciascuno deve fare la propria parte”. Riguardo le fusioni, Biffoni ha ribadito che la strada è quella di valutare comune per comune: “Anci è a disposizione, e affiancherà i comuni che volontariamente e nel rispetto della loro autonomia vorranno intraprendere la strada della fusione”. Infine, su reperimento dei Bandi di finanziamento regionali e nazionali, Biffoni ha detto che Anci é a disposizione per dare il massimo supporto”. 

Al termine dell’incontro, tutti hanno espresso apprezzamento per questa modalità di lavoro “che ha proprio l’obiettivo – ha detto Biffoni - di portare Anci anche nei luoghi più piccoli e distanti, per organizzare al meglio l’attività di rappresentanza di a supporto dei Comuni. Grazie per le preziose indicazioni emerse”. 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0