Prima Pagina | Politica società diritti | APERTURA AREA EX DISTRIBUTORE IN VIA MARCO PERENNIO: BASTA ATTESA

APERTURA AREA EX DISTRIBUTORE IN VIA MARCO PERENNIO: BASTA ATTESA

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
APERTURA AREA EX DISTRIBUTORE IN VIA MARCO PERENNIO: BASTA ATTESA

Alvisi al Comune: “inaugurazione entro Pasqua. Incomprensibile lo slittamento del taglio del nastro”



Confesercenti torna alla carica intorno ai problemi che stanno a cuore ai commercianti di via Marco Perennio da troppi anni in attesa di veder riqualificare l’area dell’ex distributore che si affaccia di fronte alla chiesa dei Santi Lorentino e Pergentino. Adesso chiede a gran voce l’apertura del parcheggio e dell’area verde entro Pasqua in modo che la zona sia un bel biglietto da visita per gli acquisti in occasione del periodo pasquale. “L’amministrazione comunale – annuncia  Valeria Alvisi responsabile di Confesercenti per l’area aretina - è stata sollecitata più volte negli ultimi mesi. La risposta della semina dell’erba non è più una giustificazione. La priorità non può essere quella, ma è quella di mettere a disposizione posti auto a chi si reca in via Marco Perennio per fare acquisti. Soprattutto dopo un’attesa di quasi 6 mesi tanto è passato dalla fine dei lavori. Adesso cosa importa se il prato non è ancora verde? I cittadini devono aspettare che nasca l’erba per poter utilizzare quel parcheggio?”. 
“L’associazione di categoria – spiega la responsabile di Confesercenti per l’area aretina – non capisce le ragioni che impediscono l’apertura del parcheggio e del parco. Dopo decenni di attesa della riqualificazione, adesso che tutto è pronto ci appare incomprensibile la lentezza della consegna dell’area alla comunità. Adesso è arrivata l’ora di rendere fruibile l’area a chi vive e lavora in zona”. “Da troppi mesi – ribatte Alvisi - si attende l’apertura e non è comprensibile il rinvio. Già per novembre era stata annunciata l’inaugurazione. Poi la promessa per Natale. Ma ancora ad oggi è recintata. Adesso chiediamo al Comune che sia aperta entro Pasqua”. Confesercenti inoltre interviene sulla scelta del Comune di rendere il parcheggio a pagamento. “La promessa – dice Valeria Alvisi – era stata di parcheggi gratuiti a rotazione. Averli trovati dipinti di blu senza nessun confronto con i commercianti ci lascia perplessi. Sicuramente è importante la rotazione, ma non sono le strisce blu il solo sistema per garantirlo. Potevano esserci altre soluzioni: per esempio il disco orario e i controlli da parte degli agenti della Polizia Municipale per garantirne il rispetto”. “Rimangono infine – chiosa Alvisi -  altri problemi da risolvere per il decoro della strada, primi fra tutti quello della pulizia della strada che necessita di interventi con la spazzolatrice più volte richiesti”. 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0