Prima Pagina | Politica società diritti | Stefano Mannelli confermato presidente provinciale delle Acli

Stefano Mannelli confermato presidente provinciale delle Acli

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Stefano Mannelli confermato presidente provinciale delle Acli

Il congresso delle Acli di Arezzo si è concluso con l'elezione di presidente e consiglio provinciale Tutti i circoli del territorio hanno partecipato ad un sentito momento di democrazia e confronto

 

AREZZO – Stefano Mannelli è stato confermato presidente delle Acli di Arezzo per il prossimo quadriennio. Questo è l'esito del congresso provinciale che, nei locali del circolo di Capolona, ha dato vita ad un sentito e partecipato momento democratico e rappresentativo di un'associazione che sul territorio aretino conta circa 6.200 tesserati. Il fine settimana ha visto la partecipazione dei delegati dei quarantaquattro circoli della provincia che sono stati investiti della doppia responsabilità di tracciare le linee operative e programmatiche per il prossimo quadriennio delle Acli e di votare tutte le cariche elettive, dal presidente al consiglio provinciale. L'importanza dell'appuntamento è stata confermata dalla presenza di numerose autorità politiche, religiose e associative che hanno portato il loro saluto: gli onorevoli Marco Donati e Donella Mattesini, l'assessore regionale Vincenzo Ceccarelli, l'assessore comunale Lucia Tanti e il vescovo Riccardo Fontana.

Il congresso si è concluso con la riconferma di Mannelli come presidente, risultato il più votato, e con l'elezione del consiglio provinciale che sarà composto da Massimo Casucci (secondo per numero di preferenze ottenute), Matteo Bracciali, Alessandro Del Corto, Martina Ferrini, Andrea Gallorini, Leonardo Nepi, Roberta Pacini, Giuliana Politini, Manuela Rotesi, Luigi Scatizzi, Giuseppe Scortecci, Luigi Spallacci e Lucia Vanni. In questo organo rientreranno anche sette presidenti di circoli, cioè Carlo Ettore Arcangioli di Casanuova, Paolo Formelli della Federazione Anziani e Pensionati, Sergio Grazzini di Badia al Pino, Elena Iannattone di Capolona, Daniele Masselli di San Giovanni Valdarno, Antonio Paoli di Ponticino e Sauro Sestini di Meliciano. «Abbiamo vissuto un evento ben organizzato e molto partecipato - ha concluso Mannelli, - in cui abbiamo delineato l'orizzonte della missione che le Acli dovranno intraprendere al servizio dei cittadini e del territorio. Nei prossimi giorni procederemo a presentare alla città di Arezzo il programma fino al 2020 e il nuovo consiglio di presidenza».

 

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0