Prima Pagina | Cronaca | La Polizia di Stato presidia le strade della Regione Toscana.

La Polizia di Stato presidia le strade della Regione Toscana.

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
La Polizia di Stato presidia le strade della Regione Toscana.

Presidiate le strade della regione nel fine settimana: arrestato trafficante di cocaina, denunciate 24 persone e sequestrati 50 chili di rame. Scortata anche un’automedica per un trapianto di cuore.

  

Si è appena conclusa un’operazione della Polizia Stradale della Toscana, protrattasi per tutto il fine settimana con l’impiego di 237 pattuglie e 500 poliziotti, che hanno presidiato le vie di grande comunicazione della regione, compresa l’Elba con lo scopo di prestare soccorso a persone in difficoltà, prevenire incidenti stradali e neutralizzare traffici illeciti.

Nel corso dell’attività, effettuata su input della Direzione Centrale delle Specialità e del Servizio Polizia Stradale del Dipartimento di Pubblica Sicurezza, gli equipaggi della Polstrada hanno soccorso 161 automobilisti in panne. Questi ultimi, in un momento di difficoltà, hanno trovato conforto nei poliziotti intervenuti, che li hanno aiutati a riprendere il viaggio in sicurezza. Inoltre, una pattuglia ha agganciato un’auto medica a Firenze, per condurla a sirene spiegate fino a Siena. Nella sala operatoria de Le Scotte, un’equipe era pronta a ricevere un cuore proveniente da Careggi, per ridare speranza a un paziente in attesa di trapianto.

A seguito dei controlli stradali, sono state denunciate 24 persone e arrestato 1 narcotrafficante di 43 anni, che aveva occultato 70 grammi di cocaina nel pannello della sua CITROEN Xara. L’uomo, fermato sull’autostrada del Sole vicino Badia al Pino, era pronto a immettere sul mercato oltre 200 dosi di droga, per un valore di circa 10.000 euro. Quando uscirà dal carcere, per tornare a Padova dove risiede dovrà usare i mezzi pubblici, poiché la Polstrada di Arezzo gli ha sequestrato, oltre alla droga, anche l’auto.

Tra i 24 denunciati, 1 senegalese con la patente falsa è stato fermato vicino Empoli, alla guida di un veicolo, poi sequestrato. Altre 2 persone, sull’isola d’Elba, dovranno rispondere di furto aggravato, poiché sorpresi con attrezzi da scasso a bordo di un ciclomotore con targa rubata. I 2 soggetti, una italiana e un rumeno, residenti sull’isola, avevano poco prima asportato da una miniera dismessa circa 50 chili di rame. Le restanti 21 persone, tutte italiane, sono state sorprese alla guida in stato di ebbrezza e, nei prossimi mesi, non potranno più condurre veicoli, poiché i poliziotti gli hanno ritirato la patente. 

In tutto, sono stati controllati 932 veicoli e 1.015 persone, elevate 583 contravvenzioni al codice della strada e confiscate 5 auto.

 

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0