Prima Pagina | Territori | Casentino. Polizia Municipale, un anno di controlli

Casentino. Polizia Municipale, un anno di controlli

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Casentino. Polizia Municipale, un anno di controlli

Il Comandante Tognarini sul resoconto 2015: “Siamo una realtà stabile sul territorio”


Il Corpo Unico di Polizia Municipale dell’Unione dei Comuni Montani del Casentino è una entità di Polizia a tutti gli effetti, in grado di contrastare azioni criminose a vari livelli e di rapportarsi con le altre forze dell’ordine sul territorio. È uno dei dati che emergono nel resoconto dell’attività 2015 tracciato dal Comandante Marco Tognarini. “L’attività viene svolta dagli agenti e dal personale amministrativo con dedizione e impegno a conferma della professionalità  e capacità degli appartenenti al Corpo Unico,  rispondendo alle richieste di intervento delle altre Forze dell’Ordine o direttamente dei cittadini – afferma Tognarini - a dimostrazione dell’ottimo lavoro svolto da tutto il gruppo”.
A livello statistico, nei 67 interventi prestati in occasione di sinistri stradali, rimane costante il numero di interventi effettuati, “Ma si riscontra un forte calo dei sinistri con feriti: circa -50% rispetto al 2014; purtroppo si è riscontrato anche quest’anno un sinistro con esito mortale”. Veniamo ad analizzare qualche dato numerico: sulle strade del Casentino le pattuglie hanno effettuato 203 posti di controllo (+34%) ed hanno rilevato 831 infrazioni al codice stradale, dato in calo rispetto al 2014 . “L’aumento della presenza nei centri abitati del controllo e della visibilità del personale è conseguenza del nuovo servizio di “Prossimità”, che con più prevenzione fa diminuire di fatto i comportamenti illeciti da parte degli utenti della strada”. La mancata copertura assicurativa e le mancate revisioni periodiche sono le infrazioni più contestate. Altro capitolo molto presente, quello sui controlli sulle richieste di residenza, attività effettuata su input dei Comuni con quasi 700 verifiche nel 2014.
Il “salto di qualità” dovuto alla nuova struttura del Corpo Unico con l’entrata in vigore dell’Unione dei Comuni, è quello dell’attività giudiziaria: “Durante l’anno sono stati aperti 52 fascicoli di Polizia Giudiziaria sia di iniziativa che a seguito di atti delegati dalla Autorità Giudiziaria; sono state svolte indagini sotto la direzione del Magistrato di turno in due casi di suicidio e nella rilevazione di un sinistro mortale. Sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Arezzo 12 soggetti indagati per reati cha vanno dalle lesioni personali gravi all’appropriazione indebita, falso, illecita attività di gestione dei rifiuti, maltrattamento animali”. Completano il quadro i controlli effettuati sul commercio su aree pubbliche, i controlli edilizi, i corsi di educazione stradale nelle scuole e i servizi prestati in oltre 200 manifestazioni nei Comuni del Casentino. “Sappiamo – ha commentato Giampaolo Tellini, presidente dell’Unione dei Comuni – di avere un Corpo di Polizia Municipale al passo coi tempi, che nel tempo ha saputo crescere, rinnovarsi e maturare. Per questo anche nel 2016 è previsto lo studio di un possibile nuovo progetto organizzativo. Il territorio è enorme e le disponibilità non sono molte, ma facciamo leva su professionalità e impegno di tutti per garantire ai cittadini i servizi che meritano”.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0