Prima Pagina | Cronaca | Tentano di ingannare i poliziotti e vengono arrestati

Tentano di ingannare i poliziotti e vengono arrestati

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Tentano di ingannare i poliziotti e vengono arrestati

La Polizia di Stato non da tregua ai malfattori in transito sull’Autostrada del Sole.

 

Ieri pomeriggio, infatti, la pattuglia della Sottosezione Polizia Stradale in servizio sull’A1 all’altezza di Monte San Savino (AR) procedeva al controllo di una Ford KA con a bordo due persone: B.B. del 76 e D.A. del 75, gli occupanti esibivano i documenti, carta d’identità e patente di guida, di nazionalità greca. Tutto poteva sembrare normale, ma non agli occhi esperti dei poliziotti della Stradale, che, grazie alla preparazione acquisita con specifici corsi di aggiornamento nel settore del controllo documentale, organizzati dal Servizio Polizia Stradale del Dipartimento P. S., non si sono lasciati ingannare.

La carta di identità e la patente greca risultavano originali, come stampato, ma le fotografie dei titolari erano state sostituite, mentre sui dati anagrafici era stata applicata una specie di pellicola; inoltre la carta di identità risultava rubata ed inserita nella banca dati europea come da ricercare e sequestrare.

In realtà i due occupanti erano di origine albanese e il passeggero era un pluripregiudicato per stupefacenti, clandestino e in Italia senza fissa dimora.

A questo punto scattava la perquisizione che consentiva di rinvenire 12 grammi di cocaina nascosti sotto il sedile posteriore.

I pratica, usando i documenti falsi, i due albanesi speravano di potersi spostare liberamente sul territorio italiano per compiere i loro traffici, ma i poliziotti della Stradale di Arezzo non sono cascati nel tranello e li hanno arrestati  per porli a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

 

 

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0