Prima Pagina | Cronaca | STRONCATO DALLA GDF DI AREZZO UN TRAFFICO DI DROGA NEL VALDARNO. SGOMINATA ORGANIZZAZIONE CRIMINALE. 8 ARRESTI .

STRONCATO DALLA GDF DI AREZZO UN TRAFFICO DI DROGA NEL VALDARNO. SGOMINATA ORGANIZZAZIONE CRIMINALE. 8 ARRESTI .

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
STRONCATO DALLA GDF DI AREZZO UN TRAFFICO DI DROGA NEL VALDARNO. SGOMINATA ORGANIZZAZIONE CRIMINALE.  8 ARRESTI .

 

E’ scattata nelle prime ore di questa mattina un’operazione dei finanzieri del Comando Provinciale di Arezzo diretta a smantellare un’organizzazione criminale, operante nella provincia aretina, dedita al traffico e spaccio di sostanze stupefacenti. 

16 gli indagati coinvolti, 11 le perquisizioni domiciliari e locali svolte, 7 le misure cautelari eseguite e 1 arresto effettuato in flagranza di reato. 40 i finanzieri impiegati e 6 le unità cinofile della Guardia di Finanza di Firenze, Pisa, Grosseto e Piombino utilizzate nelle attività di p.g..

L’operazione odierna è la conclusione di una complessa ed articolata indagine di p.g. avviata nel novembre 2014 dalle Fiamme Gialle della Compagnia di San Giovanni Valdarno che, nel tempo, ha consentito di operare svariati sequestri di stupefacente per quasi un chilogrammo di sostanze stupefacente (tra cocaina e hashish), nonché armi, banconote false, denaro contante frutto dell’illecita attività di spaccio, t.l.e. di contrabbando e la denuncia di 16 soggetti di varie nazionalità (rumeni, italiani ed albanesi).

Le misure cautelari sono state emesse dal competente Giudice su richiesta della Procura della Repubblica di Arezzo nei confronti di 7 soggetti, dei quali 4 destinatari di un ordine di custodia cautelare in carcere, 2 agli arresti domiciliari ed uno sottoposto alla misura dell'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

L'impianto accusatorio, sorretto dai numerosi riscontri probatori e dai sequestri effettuati nel corso dell'operazione, ha permesso al P.M. di richiedere al G.I.P. i citati provvedimenti a carico degli indagati, alcuni dei quali, già arrestati in pregresse operazioni di polizia, dopo aver scontato la pena, avevano ripreso l'attività delittuosa.

Dalle indagini è emerso che gli indagati si procuravano lo stupefacente, principalmente cocaina, a Perugia, per poi destinarlo al mercato locale aretino ed in particolare alla movida che nei fine settimana anima il Capoluogo ed il Valdarno.

 

 

 

 

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0