Prima Pagina | Territori | Casentino: Polizia Municipale, intensificati i controlli sulle assicurazioni dei veicoli

Casentino: Polizia Municipale, intensificati i controlli sulle assicurazioni dei veicoli

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Casentino: Polizia Municipale, intensificati i controlli sulle assicurazioni dei veicoli

Nel mirino degli agenti i “furbetti del tagliando”



Il Corpo Unico di Polizia Municipale dell’Unione dei Comuni Montani del Casentino sta intensificando in questo periodo i controlli in generale sui mezzi circolanti con particolare riferimento alle assicurazioni dei veicoli stessi. Gli agenti a tale scopo utilizzano un'applicazione sul telefonino di servizio che segnala i veicoli sospetti consentendo loro di svolgere i controlli alla luce della nuova normativa. La nuova legge di fatto ha eliminato l’obbligo di esporre il tagliando di assicurazione da esporre sul parabrezza, ma questa novità rischia di creare un po’ di confusione fra la gente, e come sempre accade in questi casi anche in Casentino non manca chi cerca di approfittarsene, alle spalle di ignari automobilisti.
“Proprio così”, conferma il comandante del Corpo Unico Marco Tognarini. “Abbiamo constatato con rammarico che continuano a circolare veicoli non coperti da assicurazione. infatti in un solo mese dieci automezzi sono stati sequestrati e altrettanti automobilisti sanzionati.  E' bene poi ricordare a tutti che, tolto l’obbligo di esposizione del tagliando di assicurazione, resta sempre in vigore quello di detenere sul mezzo ed esibire a richiesta delle forze dell'ordine  la polizza di assicurazione in originale. Dunque quando si va a pagare l’assicurazione del proprio mezzo, è bene accertarsi che  venga rilasciata contestualmente la polizza RCA in originale, perché è quello il documento che fa fede di fronte ai controlli”.
Una cosa che sembrerebbe banale e quasi scontata, ma non è così: “Gli agenti rilevano frequentemente, nei loro controlli, anche qui in Casentino, che c’è chi ha un comportamento ingannevole nei confronti delle persone che dovrebbe assicurare. In pratica c’è chi si fa pagare (quasi sempre  in contanti) e non rilascia immediatamente la polizza assicurativa, ma magari una quietanza su carta intestata , una lettera generica e così via, con la scusa che appunto “non è più obbligatorio esporre l’assicurazione come era prima” e il cliente esce ignaro di circolare senza essere assicurato".
In questo modo non solo si procurano danni economici ai  clienti che pagano l'assicurazione ma li si mettono a rischio di conseguenze molto gravi. “Oltre a perdere il denaro, questi automobilisti non sono coperti per i rischi “accidentali” derivanti dalla circolazione e se vengono controllati sono soggetti per legge al sequestro immediato del veicolo e alla sanzione da €. 848 a €. 3.393”, conclude Tognarini. “Occhio alla polizza dunque, pretendete sempre la consegna del certificato di assicurazione RCA in originale al momento del pagamento e se notate qualcosa di strano potete rivolgervi al Comando della Polizia Municipale, ogni giorno, al numero 0575-507777 o direttamente presso gli uffici di Via Roma a Ponte a Poppi”.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0