Prima Pagina | Territori | LA SICUREZZA E’ UN DIRITTO

LA SICUREZZA E’ UN DIRITTO

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
LA SICUREZZA E’ UN DIRITTO

 

A Castiglion Fiorentino stiamo assistendo a una “escalation” di fatti preoccupanti: al degrado urbano, che è sotto gli occhi di tutti, si sommano episodi di vandalismo, furti nelle case e in ultimo una rapina a mano armata in un’azienda orafa.

Un crescendo che ci preoccupa e sul quale bisogna prendere provvedimenti seri.

Le minimizzazioni del Sindaco di vicende passate: da un ordigno rudimentale piazzato nella zona industriale, all’incendio di alcune strutture del presepio non aiutano a capire la situazione.

Così come fanno sorridere i tentativi di istituire delle ronde di vigilanza da parte di alcuni esponenti di Libera Castiglioni, tentativi che visti i risultati non sembrano sortire effetto. 

E’ chiaro che non è colpa dell’Amministrazione se una banda di delinquenti assale una ditta, però non ci piace nemmeno che nelle interviste il primo cittadino incolpi il governo nazionale, continuando il vezzo di questi amministratori di imputare sempre a qualcun altro le cose che non vanno.

Renzi avrà molti peccati ma certo non può stabilire turni di vigilanza a Castiglion Fiorentino. 

Dopo oltre un anno e mezzo di amministrazione è bene che ognuno si assuma le proprie responsabilità. E in materia di controllo del territorio il Sindaco ha doveri precisi.

Ci domandiamo, vista l’enfasi con la quale è stato presentata, che fine abbia fatto l’estensione del videocontrollo. E’ servito a qualcosa nel caso della rapina? 

A che punto è assessore Milighetti il tanto pubblicizzato progetto di fusione delle polizie municipali?

Annunci, solo annunci e la gente comincia davvero ad avere paura. Le emergenze non si affrontano con le chiacchere ma con fatti concreti e a oggi di fatti ne abbiamo visti pochi.

I castiglionesi vogliono un paese tranquillo e non strade che dopo una certa ora diventano terra di nessuno, dove s’imbrattano i muri, si deturpano i cartelli stradali, si rovesciano i cassonetti e si da fuoco ai presepi.  Siamo consapevoli delle difficoltà di controllare il territorio in maniera efficace, vista la carenza di uomini e di mezzi, però dopo questi ultimi fatti ci aspettiamo un piano serio di sicurezza urbana  non la solita “fuffa” che il giorno dopo è già diventata carta straccia, perché la sicurezza è un diritto non una concessione.

 

I consiglieri Democratici per Castiglioni

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0