Prima Pagina | Politica società diritti | Unione dei Comuni, assemblea tesa ma si va avanti

Unione dei Comuni, assemblea tesa ma si va avanti

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Unione dei Comuni, assemblea tesa ma si va avanti


Dopo due ore di dibattito, a tratti anche acceso ma sempre nei limiti della correttezza, il Consiglio dell’Unione dei Comuni del Casentino ha approvato l’unico documento posto in votazione, presentato dal gruppo di maggioranza ed illustrato dal Presidente Giampaolo Tellini. A quel punto, ed erano circa le 23 di venerdì sera, la votazione ha avuto esito unanime in quanto il gruppo di opposizione era uscito dall’aula, dopo una serie di reciproci scambi di accuse di strumentalizzazioni a fini politici e di paralisi dell’Ente dovuta a problemi interni a partiti ed Enti Locali.
Il documento presentato dalla maggioranza, dopo una ricognizione sulle attività portate avanti per conto e nell’interesse dei Comuni – aderenti o meno all’Unione – ha ricordato che il Casentino ha davanti traguardi immediati, che non può permettersi di fallire, con strade già in gran parte percorse e con l’Unione nel ruolo di locomotiva, cioè di capofila del territorio. Tellini in particolare, richiamando tutti gli attori politici locali ad un’unità di intenti nell’interesse della vallata, ha chiesto “Ancora qualche settimana di pazienza”, poi arriveranno i risultati del lavoro iniziato a Ferragosto, con la composizione della nuova Giunta dell’Unione (di cui lui è presidente e Valentina Calbi – Sindaco di Chitignano – ne è il vice) e sintetizzati nei punti più volte enunciati: aree interne, ciclopista, sociale, personale, urbanistica, assetto istituzionale dell’Ente.
A proposito di presidenza, nel suo intervento il Sindaco di Castel San Niccolò Paolo Agostini ha rivendicato a sé quel ruolo ribadendo di esserne stato estromesso in maniera illegittima, ed ha riferito di considerare l’assemblea come una “riunione di famiglia” in quanto le vere riunioni del Consiglio sono quelle da lui convocate e presiedute, prima di abbandonare la seduta.
Molti gli altri interventi, sia dai banchi di maggioranza che di opposizione, ma il tema della chiusura dell’Unione non è stato sollevato, e sia Tellini che lo stesso Agostini ne hanno garantito l’utilità e la necessità nei rispettivi discorsi.
L’auspicio finale, giunto da ambo i lati dell’assemblea, è di ritrovarsi al prossimo appuntamento con il Consiglio “Per parlare ha detto Tellini - di questioni più pratiche e legate agli obiettivi. Lasciamoci alle spalle questa fase di incertezza, i ruoli ormai sono chiari e le polemiche superiamole, ci resta poco tempo per cogliere le uniche, ultime opportunità di crescita”, di un territorio che mai come adesso dimostra di averne estremamente bisogno.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0