Prima Pagina | Cronaca | Arezzo Parcheggi lancia la nuova “app” che permette di pagare la sosta anche a distanza

Arezzo Parcheggi lancia la nuova “app” che permette di pagare la sosta anche a distanza

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Arezzo Parcheggi lancia la nuova “app” che permette di pagare la sosta anche a distanza

Non sarà piu’ necessario andare a rinnovare il ticket della sosta, negli stalli gestiti da Arezzo Parcheggi. Calo del 30% delle sanzioni dove è in funzione il nuovo metodo di pagamento.

 

 

 

Lunedì 7 settembre, nella splendida cornice dell’Arena Eden, Arezzo Parcheggi, ha festeggiato i dieci anni dall’inaugurazione delle strutture di Piazza del Popolo avvenuta il 2 giugno 2005. E’ stata l’occasione per fare il punto su questi dieci anni, ma soprattutto per presentare le opere completate o in corso di completamento, che prevedono una profonda ristrutturazione tecnologica, nell’interesse soprattutto degli utilizzatori.

Dopo i saluti dell’amministrazione comunale, portati dal vice sindaco Gamurrini, è intervenuto l’amministratore unico della società, che ha illustrato lo strumento del Project Financing, grazie a cui cui è stata realizzata la struttura. Quindi sono state presentate le innovative funzionalità tecnologiche, aggiunte al multipiano e ai parcheggi esterni di piazza del Popolo.  A cominciare dall'impianto di gestione e controllo accessi recentemente installato dalla società Skidata (quella che gestisce gli skipass su tantissime piste da sci). Implementate le funzionalità delle casse automatiche, in grado di accettare qualsiasi forma di pagamento elettronico, gestire la biglietteria e fare resto, sia in moneta che in banconota.

Ma la vera novità presentata, è stato il sistema di pagamento con smartphone, sia per i posti auto esterni che interni alla struttura. Una applicazione di una società toscana, che ha sede a Firenze, ma che si sta rapidamente diffondendo in tutta Italia. Un metodo che permette di prolungare o accorciare il tempo della sosta, senza sprecare il tempo pagato, ma soprattutto senza rischiare di essere multati dopo la fine del pagamento effettuato. Direttamente dal proprio smartphone infatti, senza spostarsi dal luogo ove ci troviamo, sarà possibile aggiungere denaro al parchimetro nel caso la sosta dovesse prolungarsi oltre il tempo preventivato, così come interrompere la sosta anticipatamente, recuperando la somma versata in eccesso.

La “app” che permette di pagare il parcheggio con la carta di credito, senza più dover prendere la multa per il ritardo, la dove è stata introdotta, ha avuto grande successo presso gli utenti. A Pordenone, capoluogo simile al nostro, in una sola settimana 450 persone hanno scaricato Phonzie, mentre altri comuni limitrofi premono perché il servizio sia esteso in tempi rapidi anche negli altri enti che gestiscono posteggi blu.

Il sistema è valido solo con i sistemi Ios, Android e Windows Phone ed ad Arezzo, solo per pagare i posti gestiti da Arezzo Parcheggi.

Dove è in funzione il nuovo sistema di pagamento, i risultati sono superiori a qualunque aspettativa: multe in picchiata per i tempi di sosta sforati con il ticket cartaceo. Nella sola prima settimana a Pordenone è stato rilevato infatti un cospicuo calo delle multe dovute allo sforamento del ticket cartaceo. "È sicuramente presto per dare dati esatti, ma possiamo affermare che sono calate per più di un terzo. Tutto questo in una settimana". Questo il commento ai media dell'amministratore della società dei parcheggi. 

Ultima innovazione: oltre l’orario in cui sono presenti fisicamente gli operatori di Arezzo Parcheggi, il complesso sarà videocontrollato da remoto dalla società Esaservice, una azienda specializzata in videosorveglianza, in grado di interloquire direttamente con gli utenti, risolvere eventuali situazioni di difficoltà, fino a far intervenire un operatore o i servizi di emergenza.

Su piazza del Popolo, Arezzo Parcheggi ha messo a disposizione il Wi-Fi gratuito, per permettere l’immediata connessione ad Internet ad utenti e cittadini. 

Alla fine della presentazione, è stato tracciato lo stato dell’arte in relazione alla situazione della mobilità cittadina e della sosta, con l’intervento del presidente di Atam Parcheggi (molto interssato agli sviluppi tecnologici) ed in ultimo è stato presentato il disegno di legge che è in corso di approvazione in parlamento, sulla riforma del codice dei contratti.

Un breve dibattito ha chiuso la festa, con l’intervento dell’ex sindaco Lucherini, che ha tracciato una breve cronistoria di questa opera, con le relative difficoltà tecniche e della situazione all’epoca della sua costruzione.

Un finale con ricco buffet, sul far della sera, allietata nelle pause e durante la cena, dagli ottoni dei ragazzi del liceo musicale.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0