Prima Pagina | Politica società diritti | I contributi regionali per genitori con figli in lista di attesa nei nidi comunali

I contributi regionali per genitori con figli in lista di attesa nei nidi comunali

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
I contributi regionali per genitori con figli in lista di attesa nei nidi comunali

 

 

Per i genitori dei figli non ammessi ai nidi comunali, e dunque bambini e bambine risultanti in lista di attesa nella graduatoria degli asili nido per l’anno educativo 2015/2016, scatta la possibilità di accedere a un contributo della Regione Toscana se interessati all’iscrizione presso un nido privato autorizzato e accreditato.

La domanda è scaricabile dal sito del Comune di Arezzo (qui) dopo di che è possibile inoltrarla entro lunedì 14 settembre presso l’Ufficio gestione servizi educativi in piazza San Domenico. Orario: da lunedì a venerdì dalle 9 alle 13 fino alla fine di agosto mentre dal primo settembre anche nei pomeriggi di martedì e giovedì dalle 15,30 alle 17,30.

Gli interessati devono comunque essere in possesso di certificazione ISEE valida e riferita ai redditi 2014, della denominazione dell’asilo nido privato in cui intendono iscrivere il figlio, della retta mensile del nido stesso e dell’orario di frequenza.

Il contributo regionale andrà ad abbattere la retta del nido privato fino a un massimo di 400 euro mensili per il  periodo di frequenza da settembre 2015 a giugno 2016.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0