Prima Pagina | Politica società diritti | “Su Simmetrie è prevalso il buon senso. Da settembre confronto con le associazioni”

“Su Simmetrie è prevalso il buon senso. Da settembre confronto con le associazioni”

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
“Su Simmetrie è prevalso il buon senso. Da settembre confronto con le associazioni”

 

 

“Il Festival Simmetrie si farà, ma per raggiungere questo obbiettivo abbiamo dovuto far fronte ad una vera emergenza. Solo la collaborazione tra il Comune, gli organizzatori e tutte le parti coinvolte ha permesso di salvare, non solo la manifestazione, ma anche l'immagine della città" con queste parole l'assessore Lucia Tanti interviene sul Festival che animerà l'agosto cittadino, con grandi ospiti musicali. "Abbiamo ereditato, dalla precedente amministrazione, una programmazione priva della copertura economica, per la quale il Comune era stato impegnato. Anche il contributo che era stato richiesto alle società partecipate del Comune risultava eccessivo e nonostante la decisione condivisa di ridurlo, si tratta comunque di un sostegno significativo, per il quale intendo ringraziarle. Come voglio dire grazie alla Curia ed agli organizzatori del Festival Terre di Arezzo, che per un concerto si sposteranno alla Pieve, per una concomitanza di date proprio con una tappa di Simmetrie. Ha prevalso il buon senso, dimostrato da tutte le parti coinvolte”.

Quindi, precisa ancora l'assessore Tanti: “tutti ci siamo prodigati per trovare soluzioni alternative, a partire dai cambi di location. Ma questo non potrà più accadere. Nostro malgrado abbiamo dovuto risolvere un problema, non voluto da noi, ma ereditato. Avevamo due possibili strade da percorrere: esporre la città e gli organizzatori ad una situazione tanto spiacevole quanto grave, rinunciando al Festival, o lavorare in maniera intensa per sbrogliare una situazione fuori controllo. Nell'emergenza e per il bene di Arezzo, come per non creare problemi a chi ha messo l'anima in questo evento, abbiamo deciso di percorrere la seconda via. Ma di certo da settembre  la gestione delle iniziative, che non può più essere fatta in modo approssimativo, verrà programmata in maniera sistematica. Non solo. Qualsiasi prossimo evento terrà conto delle risorse reali, attraverso un approccio finanziario organizzato. Come amministrazione, quindi, ci confronteremo con le associazioni del territorio per stabilire, insieme ed in maniera condivisa, contenuti, ospiti, collocazione e presenze di qualsiasi appuntamento cittadino”.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0