Prima Pagina | Politica società diritti | Scuole materne: non vendiamo illusioni e nemmeno false speranze

Scuole materne: non vendiamo illusioni e nemmeno false speranze

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Scuole materne: non vendiamo illusioni e nemmeno false speranze

Sospesa la pratica per l’esternalizzazione di alcune sezioni della scuola per l'infanzia al privato sociale.

 

"Fino ad oggi – ha spegato l’assessore Tanti - eravamo con le spalle al muro, obbligati da questioni interne e dalla legislazione nazionale, ora però l'emendamento aprirebbe una prospettiva nuova tutta da valutare".

La senatrice Francesca Puglisi, responsabile nazionale Scuola del Pd, ha annunciato infatti solo due giorni fa che… "è stato approvato all'unanimità l'emendamento al decreto enti locali che sblocca il limite di assunzione per il personale dei servizi educativi e scolastici comunali svincolandolo dalla ricognizione tra il personale delle province che non hanno, come è noto, profili professionali adeguati al ruolo".

Nei prossimi giorni, ovvero dopo che l’emendamento sarà stato approvato da Camera e Senato, i comuni che hanno bisogno di assumere nuovo personale per gli asili nido e le scuole dell'infanzia, potranno procedere con le assunzioni, come più volte richiesto dall'Anci

In tutta Italia saranno quindi assunti, sulla base delle graduatorie di ogni singolo comune, diverse migliaia di educatori e assistenti che operano da anni all’interno di nidi e scuole d’infanzia locali.

"E' un piccolissimo spiraglio che non da certezze - spiega Lucia Tanti - infatti anche se la legge entrasse in vigore, non è detto che il bilancio ci permetta di fare nuove assunzioni, ma entro la prima metà di agosto dobbiamo decidere. Potrebbe realizzarsi anche una soluzione mista". 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0