Prima Pagina | Cronaca | TRE ARRESTI E TRE DENUNCE IN STATO DI LIBERTA’ DEI CARABINIERI DEL COMANDO PROVINCIALE DI AREZZO.

TRE ARRESTI E TRE DENUNCE IN STATO DI LIBERTA’ DEI CARABINIERI DEL COMANDO PROVINCIALE DI AREZZO.

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
TRE ARRESTI E TRE DENUNCE IN STATO DI LIBERTA’ DEI CARABINIERI DEL COMANDO PROVINCIALE DI AREZZO.

ARRESTATI 21ENNE DELLA VALDICHIANA PER SPACCIO DI STUPEFACENTI, 24ENNE ALBANESE PER VIOLAZIONI ALL’OBBLIGO DI DIMORA E 34 DELLA VALDICHIANA PER TENTATA RAPINA. DENUNCIATI 28ENNE DI NAPOLI PER TRUFFA, 22ENNE DEL CASENTINO PER GUIDA SOTTO L’INFLUENZA DI ALCOOL E STUPEFACENTI E 26ENNE DEL VALDARNO PER FUGA A SEGUITO DI INCIDENTE STRADALE SENZA FERITI.

 

I Carabinieri della Stazione di Cortona hanno tratto in arresto una 21enne della Valdichiana per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

Verso le ore 19.30 del 7 luglio scorso, nell’ambito di un servizio di controllo del territorio , i militari dell’Arma in località Tavarnelle di Cortona fermavano, lungo la S.R. 71, un’autovettura, alla cui guida vi era il giovane e, a seguito di perquisizione sull’automezzo, rinvenivano 45 grammi di hashish e tre involucri in cellophane, contenenti complessivamente quasi un grammo di eroina. La perquisizione veniva quindi estesa al domicilio del 21enne, dove veniva rinvenuto e sequestrato un bilancino di precisione. Lo stesso veniva inoltre denunciato perché si rifiutava di sottoporsi agli accertamenti sanitari per verificare l’alterazione psicofisica dovuta all’uso di sostanze stupefacenti.

I Carabinieri della Stazione di Bucine hanno tratto in arresto un 24enne albanese, residente in Valdarno, nei cui confronti il G.I.P. del Tribunale di Firenze aveva emesso un ordine di custodia cautelare agli arresti domiciliari.

L’uomo si rendeva responsabile di ripetute violazioni alle prescrizioni impostegli con la misura dell’obbligo di dimora che, rilevate dai militari dell’Arma e riferite alla Autorità Giudiziaria, determinavano l’inasprimento del provvedimento restrittivo.

I Carabinieri della Stazione di Terontola hanno tratto in arresto un 34enne della Valdichiana, nei cui confronti la Corte d’Appello di Roma aveva emesso un ordine di esecuzione, dovendo lo stesso scontare un residuo di pena di 1 anno, 10 mesi e 18 giorni di reclusione, in regime di detenzione domiciliare, per il reato di tentata rapina, commessa a Roma nel 2012.

I Carabinieri della Stazione di Levane hanno denunciato in stato di libertà una 28enne di Napoli per truffa.

A conclusione delle attività di indagine, i militari dell’Arma accertavano che la donna aveva pubblicato su un sito internet un annuncio di locazione di un appartamento, ubicato nella zona Lidi Sud del comune di Ravenna, riuscendo a farsi consegnare, mediante bonifico bancario, l’anticipo di 365 euro, da una 33enne del Valdarno,  rendendosi poi irreperibile.

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Bibbiena  hanno denunciato in stato di libertà per guida sotto l’influenza di alcool e  di sostanze stupefacenti un 22enne del Casentino che, rimasto coinvolto in un incidente stradale, verificatosi nei primi giorni di luglio, veniva accompagnato presso l’ospedale di Bibbiena dove, a seguito delle analisi, veniva trovato positivo all’uso di cannabinoidi, anfetamine ed etanolo. Allo stesso veniva ritirata la patente di guida.

I Carabinieri della Stazione di Levane hanno denunciato in stato di libertà un 26enne del Valdarno, per fuga a seguito di sinistro stradale senza feriti, guida in stato di ebbrezza alcolica e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.

Negli ultimi giorni di giugno il giovane, alla guida della sua autovettura, mentre percorreva la strada provinciale 11 S. Lucia, collideva con un’altra auto, che procedeva in senso opposto, omettendo di fermarsi per verificare le condizioni dell’altro conducente.

I militari dell’Arma, a conclusione di una serie di accertamenti, risalivano all’identità del 26enne, che nel frattempo era tornato a casa, rilevando sulla sua auto danni compatibili con il sinistro.

Lo stesso, sottoposto agli specifici accertamenti, risultava positivo all’uso di stupefacenti e con un tasso di alcool nel sangue superiore ai limiti della norma..

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

2.00