Prima Pagina | Politica società diritti | Vertice in Questura per la Giostra del Saracino

Vertice in Questura per la Giostra del Saracino

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Vertice in Questura per la Giostra del Saracino

Clima sereno ma niente trombe da stadio, fumogeni e petardi

 

Si è tenuta in Questura ad Arezzo la consueta riunione operativa prima della prova generale e della Giostra del Saracino.

Presenti tutti i vertici delle forze dell’ordine e della polizia municipale, assieme al maestro di campo Dario Bonini, ai rettori e ai capitani dei quartieri, al rappresentante del gruppo Musici, al coordinatore di regia Andrea Biagiotti e ai rappresentanti dell’Istituzione Giostra del Saracino, Silvana Chianucci ed Enrico Meacci. Durante l’incontro è stato deciso di non fare entrare in piazza materiali che nulla hanno a che vedere con la tradizione e con il folclore tipico della manifestazione. Quindi nessuna deroga per petardi, fumogeni, trombe e bandiere di dimensioni sopra al metro di lunghezza. Non saranno permessi neppure gli ombrelli dal manico lungo. Tutto questo perché la festa della città si svolga senza eccessi.

Pienamente ammessi foulard, sciarpe e pon pon con i colori dei quartieri. Dalla Questura è stato rivolto un invito ai rettori affinché vigilino a che i quartieristi partecipino alle cene propiziatorie con consapevolezza e responsabilità.

L’incontro si è concluso con l’augurio del vicario del Questore, Teseo de Santis, ad assistere a un bello spettacolo
.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0