Prima Pagina | Politica società diritti | Anc-oraGhinelli? No, grazie!

Anc-oraGhinelli? No, grazie!

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Anc-oraGhinelli? No, grazie!

Alleghiamo un APPELLO rivolto a coloro che hanno a cuore il Territorio, l'Ambiente, il Paesaggio, i Beni Culturali di AREZZO, per ricordare loro chi è stato ed è GHINELLI, in vista del ballottaggio.

 

 

Questo appello lo rivolgiamo in particolar modo a quelle migliaia di Aretini, che durante gli anni dell'amministrazione del sindaco Lucherini, furono costretti ad organizzarsi in comitati, per lottare contro progetti devastanti per il Territorio, per l'Ambiente, per il Paesaggio, per i Beni Culturali e per la Salute. 

Chi non ricorda le famigerate idee di un aeroporto internazionale alla Manziana, la lottizzazione C47 di Rigutino, i contestati progetti per Molin Bianco, per i grattacieli, per Bagnaia e per tante altre aree? 

E chi c'era accanto a Lucherini, se non davanti? C'era l'assessore Alessandro Ghinelli! E c'erano altri personaggi, anche oggi accanto a lui. 

Lucherini non perde occasione per lodare il suo ex assessore, ricordandone le affinità sull'idea di città; ed ha ragione. Infatti, molti dei progetti contestati dai comitati erano stati partoriti dal tandem Lucherini-Ghinelli. 

Ora, come possiamo dimenticare i tanti progetti assurdi, inutili, ma pericolosi per tanti aspetti e devastanti per territorio, paesaggio e ambiente? 

Ricordiamo quello dell'aeroporto in Valdichiana. Un'idea cosi stupida e assurda, quanto terrificante per la devastazione del territorio e del paesaggio, che vide scendere in campo contro la sua formalizzazione perfino esponenti del centrodestra, quali Bianconi, Faltoni e Massimo Rossi. Contro quell'ipotesi sottoscrissero un Appello, pubblicato sui giornali, associazioni come Confagricoltura, Coltivatori Diretti, CIA; i parroci della Valdichiana, FAI, Italia Nostra, Legambiente WWF e tanti personaggi noti, come Antonio Paolucci (oggi Direttore dei Musei Vaticani), Massimo Fini, Giannozzo Pucci, Franco Cardini, Jean Pierre Delumeau, Elisabetta Sgarbi, Ivo Biagianti, Alberto Fatucchi (Presidente dell'Accademia Petrarca), Franco Paturzo (Brigata dei Monumenti) e tanti altri, a testimonianza della “qualità” dell'idea e dei suoi “geniali” padri e sostenitori!  (qui)

Quella triste stagione è da ricordare anche per i tanti sprechi, riassunti nel 2004 in un opuscolo intitolato “Lo scialo”, dove erano elencati gabbiani, caramelle, giornalini ecc. Il tutto finì travolto dai celebri “moschettieri del mattone”, che furono messi in gabbia. 

Adesso, il veder presentare l'ex assessore Ghinelli come il nuovo che avanza, non sappiamo se ci procura più ilarità o orticaria. 

Infatti, la nostra paura è che, in caso di malaugurata vittoria di Ghinelli, tra qualche mese o tra qualche anno, dovremo ricostituire comitati e rimettere in moto i trattori. Il lupo perde il pelo, ma non il vizio, quindi colate di cemento e progetti devastanti, già ce li prefiguriamo in arrivo. 

Da qui il nostro appello, a tutti quelli che furono costretti ad unirsi in comitati contro i pericolosi progetti di Lucherini-Ghinelli, a tutti quelli che hanno a cuore Territorio, Paesaggio, Beni Culturali, Ambiente e Salute, al di là delle appartenenze e degli orientamenti politici.

Evitiamo di avere “anc-oraGhinelli”.

Pertanto, il 14 giugno, quando ci sarà il BALLOTTAGGIO per le elezioni del Sindaco di Arezzo, ricordiamoci del passato, per un futuro migliore.

Sono passati 10 anni, sembra ieri, ma potrebbe essere DOMANI!!!

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0