Prima Pagina | Politica società diritti | Vertice Italia – Algeria: impegno a trovare una soluzione al blocco delle importazioni di oreficeria

Vertice Italia – Algeria: impegno a trovare una soluzione al blocco delle importazioni di oreficeria

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Vertice Italia – Algeria: impegno a trovare una soluzione al blocco delle importazioni di oreficeria

“Ci siamo impegnati a trovare una soluzione”. Questa la frase del Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, nel corso della conferenza stampa che ha tenuto oggi al termine del vertice tra Italia e Algeria con primo ministro algerino Abdelmalek Sellal.

 

Il Presidente Renzi ha espressamente citato “il distretto orafo di Arezzo” a proposito di settori produttivi che possono non essere sotto la luce dei riflettori internazionali, come il gas e l’energia, ma che per il Governo italiano sono egualmente importanti.

Così oggi il tema del blocco delle importazione orafe italiane in Algeria è stato affrontato dai due governi. Problema che la Consulta orafa aveva posto nei giorni scorsi alla Ministra Maria Elena Boschi nel corso della sua partecipazione ad Arezzo ad un’iniziativa del candidato a Sindaco Matteo Bracciali. Tema più volte affrontato anche dai parlamentari aretini Marco Donati e Donella Mattesini.

Il governo algerino ha sospeso il permesso di importare oreficeria dall’Italia e da Dubai  dal dicembre 2013. “Per le nostre imprese – sottolinea Matteo Bracciali – si tratta di un danno consistente. Nel 2013, ultimo anno di riferimento, le imprese aretine hanno esportato in Algeria circa 165 milioni di euro in gioielli. La valutazione della Consulta è che il calo del 10% dell’export aretino di oreficeria è attribuibile proprio al blocco del mercato algerino. Un danno che va sommato a quello indirettamente creato attraverso il blocco verso Dubai: si tratta di  oltre 560 milioni di dollari di prodotti italiani che arrivavano in Algeria da Dubai ma che venivano prodotti nel nostro Paese”.

Adesso il Governo italiano ha fatto suo questo problema ponendolo al Governo algerino. Nella stessa conferenza stampa, svolgendo ovviamente una riflessione generale, il primo ministro Abdelmalek Sellal ha affermato che “tra Italia e Algeria non c’è alcun problema. Ci possono essere alcune difficoltà burocratiche”.

“La nostra speranza – conclude Bracciali – è che anche il blocco delle importazioni di oreficeria italiana rientri in questa categoria e che il miglioramento dei rapporti tra Italia e Algeria concretizzato dal Governo Renzi sia determinante per sbloccare le nostre esportazioni verso il paese nord africano”.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0