Prima Pagina | Lettere alla redazione | Cari politici, ricordatevi di Antria !

Cari politici, ricordatevi di Antria !

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Cari politici, ricordatevi di Antria !

Per accorgersi dell’inerzia e inconcludenza dell’amministrazione comunale negli ultimi anni, basterebbe fare un giro ad Antria, Paese completamente dimenticato e lasciato a sé stesso.

 

 

Abito ad Antria da Dicembre 2007 e in tutto questo tempo non ho assistito ad alcun intervento rilevante da parte dell’amministrazione comunale per porre rimedio ai problemi di questa piccola frazione. Un Paese che nonostante il silenzio assordante del Comune, negli anni si è battuto per migliorare le proprie condizioni di vita. Penso alla battaglia ingaggiata da un comitato di compaesani con Telecom per la linea ADSL, ottenuta pochi anni fa (anche se purtroppo si tratta di una linea abbastanza lenta e scadente).

Un altro problema mai affrontato e mai risolto dal Comune è sicuramente il dissesto idrogeologico con le conseguenti inondazioni delle strade ogniqualvolta piove intensamente. Non si è mai pensato ad esempio di fare un lavoro a monte con casse di espansione?     

Ma il problema principale che mina la sicurezza di ogni cittadino e che ne mette in pericolo la vita è la strada che da Ca’ de Cio porta ad Antria, stretta e pericolosa. .

4 anni fa in piena campagna elettorale scrissi una nota su informarezzo per invitare il Comune ad allargare (ove possibile) la strada; mi rispose l’assessore Dringoli, dicendomi che a Giugno 2011 sarebbero partiti i lavori.

I lavori non si sono visti, la strada è abbastanza trafficata e quando ci passano autobus, camion e trattori, al veicolo nell’opposta carreggiata tocca fermarsi e mettersi nell’erba. Ogni mattina superare indenni quei 2 km scarsi di strada è quasi un’impresa titanica. Non deve stupire quindi che qualche mese fa sia morto pure un anziano signore che aveva la “colpa” di voler passeggiare liberamente sul ciglio della strada. Nemmeno questo tragico evento è servito per mettere in moto il Comune.

Quanti incidenti, specchietti rotti (praticamente tutti ad Antria hanno rotto almeno una volta uno specchietto), dovremo sopportare prima che qualcuno intervenga? Basterebbe allargare la strada di 30 cm per carreggiata e magari inserire un paio di dossi per attenuare la velocità dei veicoli, in genere abbastanza sostenuta.

La cosa buffa è che ad Antria una ventina di giorni fa ci sono stati dei lavori per asfaltare 100-150 metri di strada: un’autentica presa in giro, i soliti lavoretti insignificanti (e costosi) prima delle elezioni. Insomma tappano i piccoli buchi e non si accorgono (o fanno finta di non accorgersi) delle voragini.

Ed ora francamente credere a chi con le stesse facce, lo stesso programma e lo stesso simbolo promette #unanuovastagione con più attenzione e cura verso le frazioni, sarebbe un po’ ingenuo ed autolesionista.        

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0