Prima Pagina | Politica società diritti | Gestione del territorio e dell'acqua per far crescere una intera comunità

Gestione del territorio e dell'acqua per far crescere una intera comunità

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Gestione del territorio e dell'acqua per far crescere una intera comunità

Due giorni per celebrare la Settimana della Bonifica con eventi che raccontano uno la difesa del suolo in chiave moderna e funzionale e l'altro la gestione dell'acqua per irrigare i campi e far crescere l'economia agricola con produzioni di qualità

 

 

Il presidente Paolo Tamburini: «I nostri non sono interventi fini a se stessi, ma contribuiscono a mantenere alto il livello di qualità d'immagine dei nostri paesaggi e aiutano a gestire in maniera razionale l'acqua»

Difesa idraulica del territorio, gestione per uso irriguo dell’acqua. Sono questi i due temi che strizzano l’occhio ai temi di Expo 2015 e che fanno da filo conduttore alla Settimana della Bonifica, sette giorni dedicati alla scoperta del lavoro svolto dal Consorzio 2 Alto Valdarno. La 14esima edizione della Settimana Nazionale della Bonifica e dell’Irrigazione vede il Consorzio impegnato in due appuntamenti, di grande rilievo scientifico, che vedranno il coinvolgimento del mondo universitario. Due giornate correlate tra loro a dimostrazione della crescita del Consorzio di Bonifica Alto Valdarno e dedicate a due aspetti basilari dell’attività consortile come la difesa idraulica del territorio, anche in chiave turistica, e la gestione per uso irriguo dell’acqua per dare valore all’economia agricola della zona.

Si comincerà il 22 maggio con la presentazione dei lavori di sistemazione nella zona della Pieve di Romena nel Casentino (Ar). Saranno presentate tecniche innovative e sperimentali di difesa idraulica dei torrenti. Alle 9,30 è prevista la visita al cantiere diFosso Pillozze, in località Pieve di Romena, nel Comune di Pratovecchio-Stia (Ar), seguita da un briefing tecnico-divulgativo, mentre alle 10,30 seguirà la visita al cantiere Fiumicello e al Fosso della Vigna sempre nel Comune di Pratovecchio-Stia e anche in questo caso è previsto un briefing tecnico-divulgativo. Alle 11,30 spostamento nel Fosso Rignano in loc. Casamicciola nel Comune di Bibbiena mentre alle 12.30 spostamento a Casa Rossi (Comune di Bibbiena) per parlare delle Colmate in Casentino. La giornata si concluderà con un workshop conclusivo alla presenza delle autorità presso un agriturismo della vallata.

«Il nostro ruolo è essere il trait d'union tra gli enti e i cittadini quando si tratta di materia come la messa in sicurezza del territorio e la gestione coerente delle proprie peculiarità ­- spiega il presidente del Consorzio Paolo Tamburini - in questi lavori abbiamo voluto la collaborazione dei geometri e dell'Università di Firenze per sottolineare l'impegno di qualità del Consorzio a servizio della collettività. Rifacimento delle sponde, pulizia degli argini, rimessa a nuovo degli argini, sono tutti finalizzati a salvaguardare il territorio anche con risvolti di impatto paesaggistico. Non sono interventi fini a se stessi, ma contribuiscono a mantenere alto il livello di qualità d'immagine dei nostri paesaggi». Inoltre, come sottolinea il direttore generale, Francesco Lisi «il Consorzio fa anche irrigazione e non soltanto manutenzione. Agisce sia a difesa del territorio sia contribuisce alla sua economia agraria grazie alla gestione e a un uso razionale della risorsa idrica».

La seconda giornata della Settimana della bonifica è invece prevista per il 28 maggio.

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0