Prima Pagina | Politica società diritti | Non metteranno in “gabbia” la Giostra del Saracino

Non metteranno in “gabbia” la Giostra del Saracino

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Non metteranno in “gabbia” la Giostra del Saracino

Dichiarazione di Matteo Bracciali

 

Non ci sarà alcun recinto o palizzata lungo la lizza della Giostra del Saracino. La prescrizione dei tecnici del Ministero è inapplicabile ed inaccettabile. Pensare di “mettere in gabbia” la lizza vuol dire decretare la fine della Giostra, rendere impossibile lo svolgimento della rievocazione storica e del corteggio in piazza, ottenere il risultato diametralmente opposto a quello ipotizzato e cioè una situazione di grave rischio sia per i cavalli che per i cavalieri.

Il Ministero è mosso da un principio giusto: tutelare la salute dei cavalli. Ma la Giostra non è una gara competitiva. I cavalli  corrono una alla volta. La loro sicurezza mai è stata messa in discussione. Ci possono essere  migliorie  e accorgimenti aggiuntivi ed a questo l’Istituzione Giostra sta lavorando ma le prescrizioni ministeriali sono veramente un’altra cosa: pericolosa e impraticabile.

La Giostra di giugno è vicina e quindi penso che non resti che l’assunzione di responsabilità da parte del Sindaco di non applicare la prescrizione e di far svolgere la Giostra nel suo modo che giudico veramente esemplare. Se a quel momento sarò Sindaco riterrò mio dovere assumermi fino in fondo questa responsabilità personale.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0