Prima Pagina | Politica società diritti | Valori e concretezza: la lista dei Popolari per Arezzo

Valori e concretezza: la lista dei Popolari per Arezzo

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Valori e concretezza: la lista dei Popolari per Arezzo

I Popolari per Arezzo presentano la loro lista autonoma, in sostegno di Matteo Bracciali L'obiettivo è portare avanti il lavoro degli ultimi anni; capolista sarà Andrea Gallorini

 

AREZZO – Un progetto politico fondato su valori e su interventi concreti. Questo è il manifesto con cui i Popolari per Arezzo hanno ufficialmente presentato la lista con cui, alle prossime elezioni comunali, sosterranno il candidato a sindaco Matteo Bracciali nella coalizione di centro-sinistra. L'obiettivo è di dar seguito al percorso avviato nell'ultima legislatura dal consigliere comunale Luigi Scatizzi, mantenendo viva quell'attenzione verso il territorio e verso i bisogni della città che ha sempre caratterizzato l'impegno popolare. La lista autonoma dei Popolari per Arezzo, contraddistinta da una forte radice cattolica e associazionistica, vuole dunque portare avanti un progetto politico che nei mesi scorsi è nato dall'ascolto e dalla condivisione dei cittadini, e che è stato ora integrato dal contributo del Pd, di Arezzo in Comune e delle altre forze presenti nella coalizione. «Un progetto politico non si improvvisa - spiega Scatizzi, - ma nasce da un percorso di condivisione, di conoscenza e di ascolto della città. Questo è il motivo che ci ha spinto a realizzare una lista che, come dimostrato dal lavoro svolto negli anni precedenti, sia fondata sui valori e sulla concretezza. L'amministrazione deve tornare ad occuparsi delle persone e del bene comune, e proprio questo può rappresentare il più prezioso contributo dei Popolari per Arezzo».

La lista dei Popolari per Arezzo sarà composta da ventun uomini e undici donne, principalmente giovani, che hanno accettato di condividere il progetto e di mettersi al servizio della città. Il compito di guidare il gruppo dei candidati spetterà ad una testa di lista composta da Andrea Gallorini e Giovanni Grasso (presidente e vicepresidente dell'associazione Popolari per Arezzo), Roberto Tiezzi (rappresentante dell'associazionismo cattolico in qualità di presidente dell'Mcl), Marco Feri (rappresentante della sanità come primario dell'ospedale San Donato) e Daniele Sanzi (rappresentante del mondo economico). «Siamo un gruppo rinnovato - commenta Sanzi, - che rappresenta l'intera città e che porterà avanti lo stesso impegno politico per una nuova stagione per Arezzo e per gli aretini».

Sui punti cardine del programma si è soffermato Tiezzi che, alla sua prima esperienza politica, ha sottolineato come la lista dei Popolari per Arezzo rappresenti la vera novità dell'attuale campagna elettorale. Di primaria importanza sarà la valorizzazione delle eccellenze e delle ricchezze dell'intero territorio comunale, dal centro storico alle frazioni, puntando sullo sviluppo dei servizi e indirizzando una forte attenzione al sociale. Il tutto unito ad operazioni in grado di rilanciare il settore turistico e manifatturiero, portando nuova ricchezza in città. «Rispetto agli anni precedenti - aggiunge Tiezzi, - è necessario un salto di qualità. Occorre un'amministrazione competente e preparata per affrontare un progetto di città innovativo e rispondente alle esigenze dei cittadini».

 

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0