Prima Pagina | Economia e lavoro | IL DESIGNER: PROFESSIONE DEL FUTURO?

IL DESIGNER: PROFESSIONE DEL FUTURO?

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
IL DESIGNER: PROFESSIONE DEL FUTURO?

SEMINARIO IN CONFINDUSTRIA MARTEDI’ 28 APRILE ORE 16

 

Se esiste la formula del successo nei settori legati al Made in Italy come quello orafo, probabilmente passa per il design. E’ l’atto conclusivo del progetto “IFTS Indes”: un workshop incentrato sugli strumenti per il designer come i sistemi cad/cam, la stampa 3D e i programmi per la modellazione. Visto il successo del corso - per il quale erano arrivate ben 106 domande di iscrizione e 22 allievi hanno raggiunto la qualifica, Assoservizi ha deciso di promuovere un’iniziativa aperta a tutti per permettere a giovani e meno giovani che sono in cerca di lavoro di comprendere la strada più giusta da battere per trovare una professione qualificata, attraverso la formazione.

L’incontro si svolgerà martedì 28 aprile alle ore 16 nella sede di Confindustria Arezzo in via Roma 2, relatori saranno l’Ingegner Sergio Petronilli, responsabile del laboratorio Protolab-Enea e Luigi Pallotti, Consorzio Arezzo Innovazione.

Il workshop è l’atto conclusivo di un percorso di formazione durato un anno e che ha visto protagonisti ventidue ragazzi aretini, la maggior parte compresa tra 20 e 30 anni. Giovani selezionati per diventare “Tecnici superiori per il disegno e la progettazione industriale” al termine di un corso post diploma gratuito, finanziato con risorse assegnate alla Regione Toscana dal Fondo Sociale Europeo. Assoservizi è stato capofila del progetto che ha riunito partner come l’Università di Siena, l’Itis “Galileo Galilei”, il consorzio Arezzo formazione “Abaco”, le agenzie formative di ASCOM, Confartigianato, CNA e API e l’azienda Caem Magrini Spa.

Il corso ha avuto una durata di un anno, 560 ore di lezioni frontali, più di 240 di stage in aziende aretine e per alcuni allievi la possibilità di uno stage aggiuntivo di 2 mesi a La Coruña, in Spagna. Nove allievi sono già impiegati - in varie forme - nelle aziende dove hanno svolto lo stage. L’opportunità dello stage in azienda unita alle competenze tecniche specifiche acquisite durante il percorso ha permesso un match ideale tra domanda e offerta di lavoro. La figure professionali formate sono in grado di operare come designer nei settori orafo, meccanico e dell’arredamento per curare l’ideazione di prodotti, sviluppo e disegno di componenti con l’ausilio di tecnologie informatiche di cui sono state acquisite competenze.

 

Dal 14 al 16 aprile tutti gli allievi, al termine degli esami sostenuti davanti a un’apposita commissione, hanno conseguito la qualifica con attestato riconosciuto dalla Regione Toscana, ottenendo il certificato di specializzazione IFTS corrispondente al livello IV b europeo. Per chi deciderà di proseguire gli studi universitari potrà contare su 18 crediti formativi (Cfu) riconosciuti dalla Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi di Siena.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0