Prima Pagina | Cronaca | Bracciali a Rossi: mai piu’ scavalcando i sindaci

Bracciali a Rossi: mai piu’ scavalcando i sindaci

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Bracciali a Rossi: mai piu’ scavalcando i sindaci

 

Dopo la presentazione della riforma da parte del presidente Enrico Rossi, presentazione che peraltro piu’ o meno tutti già conoscevamo, intervento pesante del candidato sindaco Bracciali.

Bracciali ha ricordato al governatore, che non è plausibile lo spostamento di tutti i centri direzionali da una città all’altra (li ha ricordati tutti, quelli passati e quelli futuri) creando capitali artificiali e artificiose e al contempo, depauperando il territorio. Un intervento molto duro quello di Bracciali, che ha rivendicato con forza il ruolo dei sindaci, prima interfaccia politica dei cittadini, chiedendo una vera cabina di regia che possa gestire l’area vasta in modo armonico e organico.

Rossi non si è negato al confronto.

Ha sostenuto prima di tutto che lui è stato favorevole ad una Toscana con 4 provincie, prima che il governo facesse marcia indietro (ma in realtà la marcia indietro l’ha fatta fare la Corte Costituzionale e non il governo, segno che quella riforma era nata male e studiata peggio).

Ha affermato che la città di Arezzo è nota per la sobrietà e l’efficienza delle sue articolazioni territoriali. Ha riconosciuto il peso e l’importanza del ruolo dei sindaci, sfidando infine la nostra città a giocare d’attacco e non in difesa: “Avete i numeri e le possibilità per poterlo fare, dunque fatelo”.  

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0