Prima Pagina | Lo Sport | Una grande vittoria chiude la stagione degli Arieti Rugby

Una grande vittoria chiude la stagione degli Arieti Rugby

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Una grande vittoria chiude la stagione degli Arieti Rugby

Il successo sul campo degli Etruschi Livorno è solo uno dei motivi che fanno festeggiare la società Grandi emozioni per Marco Cipriani, storica colonna degli Arieti che ha giocato la sua ultima partita

 

AREZZO – Gli Arieti chiudono la stagione nel migliore dei modi. L'ultima giornata del campionato di serie C è stata ricca di soddisfazioni per la società aretina che, nella trasferta contro gli Etruschi Livorno, ha trovato molti motivi per festeggiare. Il primo è ovviamente rappresentato dalla vittoria per 12-22 con cui gli uomini di Dario Senesi hanno meritatamente espugnato il campo labronico, confermando così la loro proverbiale "testa dura senza paura". Dopo qualche minuto di difficoltà, gli Arieti hanno trovato fiducia ed hanno iniziato a macinare il loro gioco, schiacciando gli avversari e chiudendo il primo tempo con tre mete. Nella ripresa c'è stata una reazione del Livorno che ha aumentato il livello agonistico della gara ed ha provato a ribaltare il risultato, ma una nuova meta aretina ha chiuso l'incontro e ha garantito un successo che ha permesso agli Arieti di lasciare l'ultimo posto e di chiudere la stagione in una miglior posizione di classifica. Tre delle quattro mete hanno portato la firma di Riccardo Casalini che, tornato a giocare dopo qualche mese di stop, ha concretizzato il gran lavoro della squadra, mentre la quarta meta è frutto di Gabriele Tega. «Rivolgo i complimenti a tutti i miei ragazzi - afferma coach Senesi, - hanno lottato come leoni e potevano vincere anche con un punteggio molto più largo. Siamo entusiasti perché in questa trasferta abbiamo dimostrato tutta la crescita tattica e disciplinare degli ultimi mesi di lavoro, chiudendo la stagione con una grande vittoria». Oltre a Tega e Casalini, gli Arieti scesi in campo a Livorno sono stati Giacomo Francini, Gennaro Giordano, Ervis Arapaj, Sergio Civitelli, Beniamino D'Ambrosio, Leonardo Rossi, Gabriele Accioli, Nino D'Ambrosio, Alex Comorasu, Matteo Celati, Luca Perferi, Francesco Roggi, Nello Farella e Marco Cipriani. Quest'ultimo ha arricchito la giornata di nuove emozioni perché, storica colonna della società, ha disputato l'ultima partita della sua carriera dal momento che, per motivi d'età, sarà costretto ad appendere le scarpe al chiodo. «Un ringraziamento a Marco è doveroso - aggiunge il direttore sportivo Luca Oliva, - per tutto quello che ha fatto per gli Arieti e per il contributo che continuerà a portare al nostro progetto in altri ruoli». L'ultima fonte di soddisfazioni è rappresentata dall'età della squadra scesa in campo, con Senesi che ha potuto schierare molti ragazzi giovani che fanno ben sperare in vista delle prossime stagioni. «Possiamo lavorare con ottimismo e fiducia - chiude il tecnico. - La stagione è stata difficile perché eravamo al primo anno in un campionato nuovo e impegnativo come il girone 1 della serie C, ma siamo consapevoli di aver gettato le basi per assicurare agli Arieti un grande futuro».

 

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0