Prima Pagina | Politica società diritti | Inaugurazioni e asfaltature in tempo di campagna elettorale

Inaugurazioni e asfaltature in tempo di campagna elettorale

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Inaugurazioni e asfaltature in tempo di campagna elettorale

Nardone: “Ma gli aretini ormai hanno capito: questa amministrazione ha sonnecchiato per anni”

 

 

 

La città di Arezzo non può che essere felice di avere di nuovo un teatro, dopo 10 anni di stop. E non può che essere felice di avere una struttura come le Logge del Grano, per esempio, riportata a nuovo e pronta per essere fruita.

“Sarebbe intellettualmente disonesto dire il contrario perché si tratta di opere importanti per Arezzo e gli aretini – commenta M. Cristina Nardone, candidata a sindaco per la lista “Dalle chiacchiere alle soluzioni”  – Peccato che, al momento attuale, siano solo fumo negli occhi per gli abitanti di questa città. Strutture inaugurate in fretta e furia perché siamo in campagna elettorale, ma che in realtà non sono funzionanti. Anzi, soprattutto per il teatro circolano varie voci di permessi non ottenuti o aspetti di inagibilità. Ci piacerebbe sapere come stanno realmente le cose.

Se così fosse, perché è stato inaugurato? Perché le Logge del Grano giacciono inutilizzate? Ci sono ancora lavori da fare? Sono domande lecite perché quando si inaugura una struttura significa che la stessa è fruibile subito”. Ma la candidata a sindaco dell’unica vera lista civica di Arezzo sottolinea anche altri interventi che hanno troppo il sapore “elettorale” per passare inosservati.

Per esempio le asfaltature in zona Giotto, tra l’altro realizzate a poco tempo di distanza dal rifacimento della segnaletica. Il chè sta a significare: buttare i soldi e non sapersi organizzare. “Ciò ricade nelle tasche dei cittadini – fa notare Nardone – Si passa dal taglio del nastro di scatoloni vuoti ad asfaltature insensate. Per fortuna gli aretini hanno capito da tempo che questa amministrazione targata Pd ha sonnecchiato per anni e si è svegliata solo ora, in tempo di campagna elettorale. A pensare male si fa peccato ma quasi sempre ci si azzecca”. 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0