Prima Pagina | Cronaca | "E' arrivata l'ora di chiudere l'esperienza delle regioni a statuto speciale"

"E' arrivata l'ora di chiudere l'esperienza delle regioni a statuto speciale"

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
"E' arrivata l'ora di chiudere l'esperienza delle regioni a statuto speciale"

Enrico Rossi parlando a margine della firma di un protocollo con la Città metropolitana di Firenze

"Mi chiedo che senso abbia anche dopo la riforma istituzionale mantenere le Regioni a statuto autonomo, verso le quali sono indirizzati dei flussi finanziari che forse si dovrebbero riequilibrare. Mi pare che non esista più una questione giuliana - ha proseguito Rossi - che spinse De Gasperi a riconoscere quel particolare statuto, che continuiamo ancora oggi a pagare; né francamente mi sembra che esista una questione di autonomismo siciliano, che spinse allora a riconoscere la partecipazione del presidente della Regione Sicilia alle sedute del Consiglio dei ministri. Riequiparare su questo i finanziamenti consentirebbe da un lato di trovare risorse, da un altro per Regioni virtuose come la Toscana di avere magari qualche risorsa in più, che di questo tempo non guasta".

Forse si, ha proprio ragione: sarebbe giusto almeno iniziare a parlarne. 

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0