Prima Pagina | Cronaca | Pulizia e decoro della città: “angeli” in azione nel centro cittadino

Pulizia e decoro della città: “angeli” in azione nel centro cittadino

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Pulizia e decoro della città: “angeli” in azione nel centro cittadino

Cesare Baccheschi per conto dell'Associazione Culturale del Bangladesh

 

Bambini e immigrati, amministratori pubblici e pensionati. Decine di persone, le più diverse tra loro ma con un denominatore comune, anzi due. L’amore per la propria città e una pettorina gialla che ha reso visibile il loro impegno.

Gli “Angeli della città” hanno ripulito i danni che i “vandali della città” avevano inferto a Via Mannini, via Capitano Ardelli, piazza del Popolo e piazzetta Logge del Grano. Stessa arma: un pennello. Usato prima per sporcare ed ora per ripulire. 

Al progetto, promosso dal Comune di Arezzo e presentato giovedì dall’assessore Franco Dringoli, hanno aderito una sessantina di volontari. Molte le associazioni. Tra le altre Arci Solidarietà, associazione Bangladesh, gli studenti del Convitto e di altre scuole cittadine e la Consulta degli studenti. Una disponibilità che si sta allargando anche ad altre realtà del territorio. 

Il gruppo degli Angeli della Città interviene nella manutenzione dell’arredo urbano e degli spazi pubblici, di aree verdi di quartiere e scolastiche; in piccoli interventi di ripulitura e tinteggiatura di muri deturpati da azioni di vandalismo grafico e di manutenzione e utilità pubblica; nel monitoraggio, conservazione e ripristino degli elementi costitutivi dell’arredo urbano, nella prevenzione delle azioni dirette a compromettere la qualità dell'ambiente urbano e a pregiudicarne le condizioni di fruibilità da parte dei cittadini. Il Comune fornisce i materiali per gli interventi, tesserini e giubbotti con la dicitura “Angeli della Città” per i volontari e tutte le autorizzazioni necessarie alle attività
.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0