Prima Pagina | Politica società diritti | Arezzo ricorda l’Olocausto al Campaccio

Arezzo ricorda l’Olocausto al Campaccio

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Arezzo ricorda l’Olocausto al Campaccio

E giovedì la memoria della Liberazione della città

 

Omaggio alla memoria stamani al Campaccio, il cimitero degli ebrei all’interno del Parco Ducci. Erano presenti il Prefetto Vicario, Rosalba Guarino; il questore Enrico Moja; la vice Presidente della Provincia, Eleonora Ducci e, in rappresentanza del Comune di Arezzo, Francesco Romizi, assessore alle politiche giovanili, per sottolineare il valore della memoria anche per le giovani generazioni. Con loro i rappresentanti delle associazioni combattentistiche e d’arma.

Una delegazione aretina, guidata da Presidente del Consiglio comunale, Luciano Ralli, è oggi in Polonia, a Birkenau, per partecipare alle cerimonie che ricordano l’Olocausto. La data del 27 gennaio, giorno in cui i soldati sovietici entrarono ad Auschwitz nel 1945, è stata scelta dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite nel 2005

La Giornata della Memoria consente ad Arezzo di ricordare anche la liberazione della città nel 1944. E lo farà con una performance itinerante nel palazzo comunale che dal cortile interno, passando per i corridoi, si concluderà nella sala del Consiglio Comunale con l’ascolto delle voci degli anziani che ricordano la “loro” Liberazione. Il progetto è di Alessandra Bedino e Claudia Manini. L’iniziativa è dell’Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea di Arezzo, della Presidenza del Consiglio Comunale in collaborazione con la sezione soci dell’Unicoop Firenze. Titolo: “Il 16 era di domenica: percorso di riscoperta della Liberazione di Arezzo attraverso la memoria”. Due gli appuntamenti nello stesso giorno e cioè giovedì 29 gennaio. Alle 11,15 per gli studenti delle scuole superiori e alle 21 per i cittadini interessati. Ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili
.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0