Prima Pagina | Lettere alla redazione | Lettera di Giulio Firpo...

Lettera di Giulio Firpo...

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Lettera di Giulio Firpo...

(Non è un massone ma una grossa pietra. Quella che spero sarà messa su questa storia fatta di errori ed equivoci. Almeno è quello che spera la redazione)

Lettera di Giulio Firpo

"In relazione alla lettera del dr. Ruzzi comparsa in Informarezzo del 22 gennaio e relativa all’episodio svoltosi domenica 18 presso la Casa del Petrarca, tengo a ribadire che quando sono uscito in via dell’Orto (preciso che la responsabilità di quanto è avvenuto dopo è solo mia) la mia intenzione era solo quella di risolvere, se possibile e subito, il problema che mi era stato segnalato.

Non avendo mai incontrato personalmente il dr. Ruzzi, ero totalmente all’oscuro della sua disabilità e non ho avuto modo di potermene render conto prima che egli stesso me ne informasse; ne ho preso atto, tanto da prospettargli l’unica soluzione, sul momento, materialmente disponibile, che se può essere apparsa inadeguata sotto vari aspetti non lo era certamente nelle intenzioni.

Tengo a ribadire che per convinzioni note a chi mi conosce e, soprattutto, per diretta esperienza personale non potrei mai ritenermi insensibile e irrispettoso verso la disabilità. Sono poi state alcune frasi della lunga lettera di George Sand del 19 gennaio a indurre, per vari motivi che non sto a riportare per ragioni di opportunità ma che non avrei difficoltà a chiarire, a una rilettura a posteriori dei fatti, quella da me esposta nella lettera del 20 gennaio, che ora, a seguito della lettera del dr. Ruzzi del 22 gennaio, risulta chiaramente erronea: di questo desidero scusarmi pubblicamente con tutti coloro che ne sono stati direttamente o indirettamente oggetto, e in primis con lo stesso dr. Ruzzi.  

Quanto al problema dell’accesso, come ho già detto, ci siamo subito attivati per risolverlo, anche se stanno sorgendo delle difficoltà impreviste, legate al rapporto (ampiamente insufficiente a norma di legge) tra l’altezza degli scalini di Casa Petrarca e lo spazio disponibile davanti alla porta." 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0