Prima Pagina | Politica società diritti | Luciano Ralli ad Auschwitz per la Giornata della Memoria e performance in palazzo comunale il 29 gennaio

Luciano Ralli ad Auschwitz per la Giornata della Memoria e performance in palazzo comunale il 29 gennaio

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Luciano Ralli ad Auschwitz per la Giornata della Memoria e performance in palazzo comunale il 29 gennaio

Il 16 era di domenica: percorso di riscoperta della Liberazione di Arezzo attraverso la memoria

 

 

Giornata della Memoria 2015 e a livello istituzionale, martedì 27 gennaio, dunque proprio il giorno dedicato alle vittime della Shoah, il presidente del Consiglio Comunale, Luciano Ralli, assieme ai consiglieri Gianfrancesco Chiericoni, Renato Peloso e Rossella Peruzzi parteciperà alla cerimonia ufficiale organizzata al campo di Birkenau in occasione del settantesimo anniversario della liberazione del campo di sterminio.

“È un’occasione – sottolinea Luciano Ralli – alla quale il Comune di Arezzo non poteva mancare, in virtù del suo gemellaggio con Oswiecim. I rappresentanti della città polacca hanno voluto espressamente la nostra presenza e noi siamo orgogliosi di questo. La partecipazione di Arezzo alla cerimonia non sarà comunque un nuovo incontro organizzato nell’ambito del suddetto gemellaggio ma rivestirà valore più universale: il ricordo, assieme a rappresentanti provenienti da tutto il mondo, di un fatto eccezionale nell’ambito della storia del Novecento quanto vennero finalmente abbattuti i cancelli di quello che era un inferno in terra”.

La Giornata della Memoria 2015 consente ad Arezzo di ricordare anche un’altra data, fondamentale per la sua storia: il 16 luglio, la liberazione della città nel 1944. E lo fa con una performance itinerante nel palazzo comunale che dal cortile interno, passando per i corridoi, si conclude nella sala del Consiglio Comunale con l’ascolto delle voci degli anziani che ricordano la “loro” Liberazione. Il progetto è di Alessandra Bedino e Claudia Manini. L’iniziativa è dell’Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea di Arezzo, della Presidenza del Consiglio Comunale in collaborazione con la sezione soci dell’Unicoop Firenze. Titolo: “Il 16 era di domenica: percorso di riscoperta della Liberazione di Arezzo attraverso la memoria”. Due gli appuntamenti nello stesso giorno e cioè giovedì 29 gennaio. Alle 11,15 per gli studenti delle scuole superiori e alle 21 per i cittadini interessati. Ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili.

“La Giornata della Memoria – afferma Tiziana Nocentini, direttrice dell’istituto storico – è legata a un evento e cioè all’ingresso delle truppe sovietiche nel campo di concentramento di Auschwitz. Questa data ci fa ricordare le violenze e le discriminazioni a cui furono sottoposti ebrei, zingari, omosessuali e tutti coloro che potevano contaminare la ‘razza ariana’. Quest’anno ricordiamo questo evento anche facendo conoscere la parte finale di quegli anni drammatici, la liberazione della città dal momento che le celebrazioni per il suo settantesimo, caduto nel 2014 sono state prorogate, dalla Regione Toscana, anche per il 2015. Importante è ricordare perché è attraverso i ricordi che la storia si anima e diventa bagaglio di vita per le nuove generazioni. L’iniziativa di giovedì è stata resa possibile dalla sinergia tra Comune, soci coop, ufficio scolastico provinciale e gli attori e le attrici di Interno 12 che hanno messo a disposizione la propria professionalità perché la memoria resti viva”.

“Il nostro lavoro – ricorda Alessandra Bedino – è iniziato lo scorso anno. Nel mese di maggio abbiamo raccolto le interviste di anziani che hanno vissuto i giorni della liberazione di Arezzo. Registrazioni che abbiamo effettuato nella sede della sezione soci coop di via Vittorio Veneto e che poi abbiamo letto e reinterpretato. Il 29 gennaio presenteremo non solo questa rilettura delle testimonianze ma potremo ascoltare anche la voce dei protagonisti”.

La performance vedrà quindi la partecipazione di Alessandra Aricò, Alessandra Bedino, Aldo Gentileschi, Maria Rosaria Luciano, Claudia Manini, Chiara Renzi, Michele Squillace. Con le voci di Alba Bigiandi Barbini, Enzo Borri, Antonino Cambria, Lia Ciambellini, Silvano Cini, Caterina Ferrettini, Franca Guidelli, Adriana Grazzini, Domenica Magrini, Elia Mori, Alfio Pacini, Alessandra Pazzagli, Ferdinando Rosadini, Ferdinando Turchetti, Marisa Rosati, Giovanna Rossi.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0