Prima Pagina | Politica società diritti | Ncd Arezzo si mobilita per il popolo delle partita Iva

Ncd Arezzo si mobilita per il popolo delle partita Iva

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Ncd Arezzo si mobilita per il popolo delle partita Iva

“Aderiamo a #Lapartitanonèchiusa per salvaguardare professionisti e imprenditori”

 

“Il Nuovo Centrodestra di Arezzo aderisce a #Lapartitanonèchiusa, l’appello del comitato apartitico nato con l’obiettivo di rimediare al grave errore compiuto dal governo con la legge di stabilità nei confronti di migliaia di professionisti e imprenditori che, a partire dal 2015, si sono visti aumentare le tasse e i contributi previdenziali”. Il coordinamento provinciale Ncd rilancia attraverso una nota la mobilitazione in favore delle partita Iva.

“Al comitato, promosso e presieduto da Barbara Saltamartini, hanno subito aderito trasversalmente parlamentari, amministratori e associazioni. Noi crediamo nell’appello al Governo e al Parlamento lanciato dai promotori affinché si adottino quanto prima soluzioni concrete e si trovi convergenza sulle proposte avanzate dal Comitato stesso. Tra queste – ricorda la segreteria Ncd di Arezzo -, la prima sarà la presentazione di un emendamento al DL Milleproroghe, attraverso il quale viene prorogata l’aliquota contributiva alla gestione separata Inps in vigore nel 2014, fissata al 27%, congelandone di fatto l’aumento.

A questo intervento si dovrà aggiungere un provvedimento ad hoc del Governo che modifichi il nuovo regime dei minimi, adottato in legge di Stabilità, per ripristinare le soglie dello scorso anno con l'aliquota al 5% fino a 30mila euro di fatturato”.

Il Comitato #Lapartitanonèchiusa “è aperto a chiunque voglia contribuire per tutelare e valorizzare le partite Iva e dunque rivolgiamo un appello agli eletti nel territorio aretino di ogni schieramento politico, singoli professionisti, associazioni e cittadini ad unirsi al fine di dare una risposta a chi, per un grave errore, rischia di essere penalizzato ingiustamente”, conclude la nota del coordinamento provinciale di Arezzo.

 

 

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0