Prima Pagina | Politica società diritti | Risorgimento aretino lancia le iniziative: "non come in passato", "disabili, non imbecilli" ed "Arezzo ombelico del mondo".

Risorgimento aretino lancia le iniziative: "non come in passato", "disabili, non imbecilli" ed "Arezzo ombelico del mondo".

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Risorgimento aretino lancia le iniziative: "non come in passato", "disabili, non imbecilli" ed "Arezzo ombelico del mondo".

 

 

Il comitato che si è costituito in Arezzo, apartitico e senza scopo di lucro, nasce con l'obiettivo di promuovere iniziative sui temi dell'amministrazione pubblica, della tutela della cittadinanza, problematiche comuni con l'intento di migliorare Arezzo. Pur confidando di trovare nella comunità aretina altri interlocutori con i quali intraprendere un percorso comune, Risorgimento aretino intende comunque portare avanti quelle istanze di buon governo che negli ultimi anni sono state trascurate al Comune di Arezzo.

"Non come in passato" vuole invitare la cittadinanza al superamento delle esperienze amministrative che al Comune di Arezzo negli ultimi vent'anni hanno prodotto più danni che benefici: le prossime elezioni comunali devono essere il momento di svolta verso una amministrazione che faccia della buona gestione e della trasparenza i suoi pilastri fondamentali.

"Disabili, non imbecilli" respinge il finto interessamento, elettorale e propagandistico, delle istituzioni verso la cittadinanza. Il rispetto e l'attenzione delle minoranze devono essere patrimonio di una amministrazione, senza strumentalizzazioni. È battaglia contro la sistematica disinformazione che, per superficialità o interesse, dipinge una realtà cittadina distorta, falsata.  Un ritorno a quella educazione civica che negli ultimi anni ad Arezzo pare dissolta.

"Arezzo ombelico del mondo" vuole ottenere l'impegno delle istituzioni per porre la città di Arezzo nella considerazione che le spetta. Gli aspetti storici ed artistici, le produzioni locali, paesaggio ed ecosistema, devono essere difesi, valorizzati, resi fruibili affinché possano arrecare lustro e benessere. Portare attenzione e visitatori sul territorio, che ripaga diffondendo ricchezza. Appoggiare le imprese aretine nel mondo. Proteggere i tesori del territorio aretino.

 

                                                                                  Il presidente, dr. A. Ruzzi

 

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0