Prima Pagina | L'opinione | CHARLIE EBDO, PER LA LAICITA’ DELL’EUROPA SENZA SE E SENZA MA

CHARLIE EBDO, PER LA LAICITA’ DELL’EUROPA SENZA SE E SENZA MA

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
CHARLIE EBDO, PER LA LAICITA’ DELL’EUROPA SENZA SE E SENZA MA

 

Morire per una vignetta, uno sberleffo: pare una cosa dell’altro mondo. A mia memoria, nemmeno lo squadrismo fascista era arrivato a tanto. Sì, d’accordo, le vignette irriverenti potevano dar luogo a sequestri, al massimo, a qualche assalto e incendio del giornale; ma non mi risulta che una squadraccia sia mai entrata a La Stampa di Frassati, ovvero al Corriere di Albertini per freddare la redazione … Morire per uno sberleffo! Sarebbe come se il povero Petrolini, invece di morire nel suo letto, per quel “fiore de lillà” (l’angina) cui allude in una sua celebre canzone (Tanto pè cantà), fosse morto freddato da un killer fascista per le sue caricature (esilaranti) di Mussolini: invece, sappiamo che Mussolini, intelligente, gradì e addirittura premiò il comico (e il Duce si guadagnò, per l’occasione, nuovi esilaranti sberleffi: “Mussolini mi premia? E io me ne fregio!”). Pare una cosa dell’altro mondo, eppure è capitato, ieri, a Parigi con l’incredibile eccidio di Charlie Ebdo. In altri tempi, si diceva “roba da animali”; oggi, invece, bisogna evitare queste espressioni, perché i poveri animali non meritano certi accostamenti.

Può darsi che l’ambiguità insita nel “comico” abbia generato il “corto circuito”: ridere, infatti, da un lato, può essere la quintessenza della sapienza (ricordate il “sorriso” di Socrate, con cui Platone usava introdurre i “momenti forti” dei suoi dialoghi?); dall’altro, però, ridere può anche essere espressione di stoltezza e stupidità (i latini non dicevano, per caso, “Il riso abbonda sulla bocca degli stolti”?). “Come si permette della gente rozza, iniqua e perversa, che ha abbandonato il sentimento religioso- forse hanno pensato i terroristi- di irridere l’islam e Allah, il Sacro per eccellenza”. Guai, però, a fare dell’indulgenza, come già fa qualcuno: “Si sa, gli islamici sono teste calde, quelli di Chiarlie Edbo con le loro vignette se le sono andati a cercare …”.

Il mondo deve essere grato a Charlie di essere andato avanti, nonostante tutto: perché oggi, la situazione in Europa è tragicamente chiara. Ma non si creda di potersela cavare solo esibendo Je suis Charlie, o diffondendo, in spregio agli assassini, le vignette di Charlie. Solo chi si schiererà “senza se e senza ma” dalla parte della Laicità e della Libertà di Espressione, è degno in Europa di portare l’insegna Je suis Charlie. Come non è degno di stare in Europa, chi la critica tanto perché peccaminosa, malata e così via, ma benefica di tutti i confort e di tutti i vantaggi che il cd “mondo laico e secolarizzato offre”.

Io non sono un suo follower, ma oggi sottoscrivo con il sangue le parole di Emma Bonino: solo una forte alleanza e unione dei laici (europei e islamici) può salvare l’Europa da una deriva integralista.

Ci sono delle compagnie che diresti in apparenza composte da gente mediocre, senza qualità, che non spicca per particolari virtù, ne per particolari performance. Gente con le quali ti viene naturale dire: "Insomma, ma con questa gente si dicono solo cazzate". Qualche volta, però, ti accorgi che dietro questa apparente mediocrità, questa mancanza di qualità, questa refrattarieta' a vestirsi di abiti seri e solenni, significa possedere “buon senso” e “vederla lunga”. In queste compagnie, i fanatici, i paranoici vengono "fiutati" e vengono emarginati, dove chi si monta la testa è emarginato. Perché si comunica, si convive con gli altri, quando si accetta di non avere la Verità in tasca! Dei predicatori prima o poi si fanno la guerra tra loro, ognuno a cercare una propria conventicola o Chiesa, ciascuno impegnato a primeggiare nel proprio pollaio, e a fare il pollaio.

Questa per me è la laicità, la laicità in cui io credo. La laicità Cazzara, qualche volta non Sense o malinconicamente sconclusionata come certe pagine di Cechov. Frivola e decadente quanto si vuole, ma che ha garantito al mondo margini di libertà mai prima d'ora possibili. Oggi, è il momento buono per ricordarselo.

 

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

5.00