Prima Pagina | Politica società diritti | Con approvazione finanziaria regionale concluso passaggio politico importante

Con approvazione finanziaria regionale concluso passaggio politico importante

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Con approvazione finanziaria regionale concluso passaggio politico importante

Regione Toscana, Brogi (SEL): "Bene le precisazioni su disabili e classi Pegaso". Il commento alla finanziaria regionale in una nota inviata agli iscritti. "Con tagli del Governo non era facile varare il bilancio e prevedere investimenti" "SEL non farà mancare il proprio impegno per i dipendenti delle province"

 
 
"Il centrosinistra in Regione ha compiuto scelte significative, alcune delle quali rappresentano emblematicamente la cifra di un governo. Pensiamo, ad esempio, al forte investimento per rilanciare il porto di Livorno e tutta l'economia toscana, dando forza alle vie del mare e al trasporto merci su ferro oppure alla mobilità dei pendolari, con la previsione di risorse congrue per il raddoppio della ferrovia Pistoia-Lucca; pensiamo al mantenimento delle risorse per le spese sociali che non subiranno tagli oppure alla progressiva diminuzione delle figure dirigenziali dell'ente, senza intaccare altri rami e l'occupazione".
Lo scrive il coordinatore di Sinistra Ecologia e Libertà Toscana, Giuseppe Brogi, commentando la finanziaria regionale in una nota inviata in occasione delle festività a tutti gli iscritti al partito.
"In un tempo di crisi economica e di feroci tagli alle risorse operate dal Governo Renzi - scrive ancora il coordinatore -  non era facile per la Toscana varare il bilancio 2015 e predisporre importanti investimenti per gli anni successivi.  Al tempo stesso sono state precisate alcune questioni per le quali SEL aveva richiesto un doveroso chiarimento e sono giunte le garanzie per materne del progetto Pegaso e trasporto bambini disabili".
"Giunta e Consiglio - afferma ancora Brogi - hanno anche preso impegni sul destino dei lavoratori e delle lavoratrici delle Province, specie quelli a vario titolo precari, e su questo non mancherà l'impegno di SEL a verificare concretamente la vicenda passo dopo passo, pur sapendo che senza le risorse nazionali, le Regioni e i Comuni da soli non ce la faranno. Rimane aperta la problematica dei tagli governativi alla sanità e da questo punto di vista ci impegneremo affinchè il grave colpo d'accetta inferto a Roma con la Legge di Stabilità non ricada sui servizi e le prestazioni del sistema sanitari pubblico".
"Aver portato a buon fine questo passaggio istituzionale nel quale SEL si è impegnata - conclude il coordinatore - dimostra che quando la politica pensa alle persone ed al futuro di una comunità torna a svolgere il suo ruolo. Far questo significa rispondere nel migliore dei modi al fango della sfiducia, dell'antipolitica, degli scandali".
  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0