Prima Pagina | Politica società diritti | Solidarietà ai lavoratori della provincia

Solidarietà ai lavoratori della provincia

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Solidarietà ai lavoratori della provincia

"La RSU del Comune di Arezzo esprime solidarietà ai lavoratori e alle lavoratrici dipendenti della Provincia di Arezzo e delle società ad essa collegate, che in questi giorni manifestano per attirare l'attenzione dei cittadini e delle cittadine di Arezzo. Protestano per difendere la dignità del loro lavoro e la qualità dei servizi pubblici. I cittadini e le cittadine di Arezzo, distratti dalle sonnacchiose ed inutili elezioni primarie del PD e dai preparativi per le festività di fine anno, rischiano di ignorare o sottovalutare che oltre ventimila dipendenti - diretti o indiretti - delle amministrazioni provinciali sono attualmente definiti dal Governo Renzi esuberi "di fatto”. Le risorse per pagare gli stipendi non sono state né stanziate né assegnate alle Province o alle altre amministrazioni pubbliche che dovrebbero assorbire questi lavoratori.

Questa situazione è il risultato dell’impostazione demagogica e populistica dei Governi che si sono succeduti negli ultimi anni: si dà in pasto all'opinione pubblica l’abolizione delle Province per fingere di abbattere i costi della politica, senza preoccuparsi di dislocare le funzioni essenziali svolte dalle Province stesse.
Contemporaneamente si persegue l'intenzione punitiva nei confronti dei lavoratori in generale, che abbiamo ben visto con l'introduzione del Jobs Act, e nei confronti dei lavoratori del pubblico impiego in particolare, che da anni vedono ridotti incessantemente i loro salari. Dietro gli annunci scandalistici relativi a fantomatici "premi" erogati ai dipendenti degli enti pubblici c'è un'amara verità: con il blocco ormai pluriennale del contratto nazionale, assieme al blocco del turn over, il lavoro pubblico ha pagato il risanamento dei conti pubblici per quasi 17 miliardi di euro. A ciò si aggiunge la progressiva riduzione del fondo per il salario accessorio per i propri dipendenti, con la quale il Comune di Arezzo tenta di rimediare ai gravi tagli ai bilanci comunali da parte degli ultimi Governi.
La RSU del Comune di Arezzo è a fianco delle lavoratrici e dei lavoratori delle Province e sostiene le lotte e le mobilitazioni che già sono state messe in campo e quelle che seguiranno. Non solo per difendere il loro posto di lavoro e impedire che si producano ulteriori licenziamenti, ma anche per tutelare i servizi pubblici e i beni comuni."
La RSU dei dipendenti del Comune di Arezzo
  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0