Prima Pagina | Politica società diritti | Presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Arezzo per far chiarezza sull’attività della Domus Caritatis

Presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Arezzo per far chiarezza sull’attività della Domus Caritatis

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Arezzo per far chiarezza sull’attività della Domus Caritatis

A presentarlo i consiglieri comunali della lista civica Poppi Libera

Presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Arezzo per far chiarezza sull’attività della Domus Caritatis, la cooperativa romana vincitrice dell’appalto per la gestione degli immigrati a Badia Prataglia nel comune di Poppi (Arezzo). A presentarlo i consiglieri comunali della lista civica Poppi Libera che in questi mesi hanno portato avanti la protesta contro il possibile arrivo, poi scongiurato, di cento immigrati a Badia Prataglia. Nell’esposto viene ricostruito l’intero percorso che ha portato alla seconda procedura di gara per l’assegnazione della gestione dei migranti (la prima risaliva al giugno 2014 ed era stata vinta da un’altra cooperativa), svoltasi nel settembre scorso nella quale era risultata vincitrice la Domus Caritatis che aveva poi avviato i contatti con il titolare della struttura alberghiera di Badia Prataglia per ospitare i profughi. I latori dell’esposto, nelle due pagine presentate in procura, partono dal coinvolgimento che sarebbe emerso dalle intercettazioni telefoniche, della cooperativa nell’inchiesta romana “Mafia Capitale” e chiedono dunque alla procura di Arezzo di accertare e valutare se, nei fatti riguardanti Badia Prataglia, siano ravvisabili fatti penalmente rilevanti e nel caso affermativo chiedono che si proceda contro i responsabili.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0