Prima Pagina | Cronaca | Dossier immigrazione 2014

Dossier immigrazione 2014

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Dossier immigrazione 2014

È stato presentato presso la casa delle culture di Arezzo Il dossier Statistico sull'Immigrazione 2014 insieme al rapporto UNAR “dalle discriminazioni ai diritti”.

L’assessore Stefania Magi ha presentato l'incontro davanti ad una sala piena di persone. Ha detto: "l'immigrazione è un fenomeno umano complesso che esiste da sempre e che è opportuno trattare con serietà e conoscenza per garantire integrazione e rispetto dei diritti di tutti i cittadini. Ancora oggi, a causa di una legge antiquata sulla cittadinanza, molte persone risultano straniere solo formalmente. Nella nostra provincia 5200 dei cosiddetti ‘stranieri’ sono nati in Italia e sono protagonisti a pieno titolo del futuro e dello sviluppo del nostro paese".

Il dossier (che è possibile trovare a questo link) fa il punto della situazione sull'immigrazione presentando dati preziosissimi su un tema che è all'ordine del giorno per tutti gli italiani. L'importanza di fare informazione su un tema come quello dell'immigrazione è di cruciale importanza, e questo evento è la dimostrazione che da parte delle istituzioni italiane c'è l'interesse a farlo.

Le informazioni contenute in questo rapporto sono di cruciale importanza anche perchè danno uno spaccato temporale sul fenomeno dell'immigrazione in Italia e oltralpe.

Dopo i saluti istituzionali dell’assessora Stefania Magi e del rappresentante della Prefettura Antonio Falso, è stato presentato un video di sintesi del Rapporto UNAR, dalle discriminazioni ai diritti.

UNAR, Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali del Dipartimento Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri, è fortemente impegnato nel monitorare questi flussi e fare opera d'informazione. Mette infatti a disposizione i dati più aggiornati sui flussi, sui soggiornanti, sull’inserimento nel mondo del lavoro e nella società, sul nuovo panorama multireligioso e sullo stato delle pari opportunità, scendendo fino ai singoli contesti regionali.

A seguire, ha parlato Franco Pittau, direttore del Centro Studi e Ricerche IDOS di Roma, che ha brevemente parlato del dossier dicendo: “è il secondo anno in cui il Dossier viene redatto con il patrocinio e il contributo finanziario dell’UNAR. L’immigrazione è aumentata anche nel 2013, arrivando a 5 milioni di presenze regolari. Nel mondo politico-istituzionale e sociale molti percepiscono questa situazione ma altri fanno resistenza e si attestano su inaccettabili asprezze nei confronti di chi arriva come profugo o di chi vive stabilmente in Italia. Il Dossier Statistico Immigrazione 2014 mette a disposizione i dati in grado di mostrare la superficialità con cui si affrontano i fattori di espulsione nei paesi di origine e le condizioni di integrazione in Italia. Questa relazione collegiale di IDOS è curata da Antonio Ricci, per la parte sui chiaroscuri della governance internazionale e da Luca Di Sciullo per quella riferita agli Ambiti di discriminazione a sfavore degli immigrati. Io mi sono dedicato alle prospettive di una fruttuosa convivenza”.

Questo volume, distribuito gratuitamente in formato cartaceo, ma anche facilmente scaricabile online è uno strumento di fondamentale importanza sia per i giornalisti che per i politici e i cittadini italiani. È uno strumento che serve per capire un fenomeno complesso difficilmente sitetizzabile in poche parole come sempre più spesso accade.

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0