Prima Pagina | Politica società diritti | Stefano Gasperini inaugura il punto elettorale

Stefano Gasperini inaugura il punto elettorale

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Stefano Gasperini inaugura il punto elettorale

Serve una scossa, una #rivoluzioneurbana : gli aggiustamenti e le limature non bastano. Per uscire da questo momento occorrono prospettive nuove, il coraggio di intraprendere strade diverse. Mi candido alle primarie con questo obiettivo. Ci ho pensato non poco, perché candidarsi a fare il sindaco è una scelta importante, un #sindacononsimprovvisa"

La città intelligente è la nuova frontiera, la strada da percorrere, il motore delle opportunità.

“E' la visione di città che vedo tra 5 anni: una città con una pubblica amministrazione efficiente e moderna. Una comunità coesa che vuole rompere gli schemi. #uncomunefuoridelcomune, presente nel territorio, che sa ascoltare e confrontarsi, punto di riferimento.

Sicurezza, manutenzione, lavoro, impresa sono le priorità. Quindi concretezza ma anche visione, perché la nostra deve essere la città dell'innovazione, per #scommetteresulfuturo.

Non possiamo limitarci a slogan o vagheggiare ruoli che nessuno ci regalerà: dobbiamo avere la capacità di conquistarli. A partire da ora con il lavoro che abbiamo cominciato in queste settimane e proseguiremo nei prossimi mesi.

8 i capitoli di questo libro: sicurezza, manutenzione e decoro, innovazione, ambiente, mobilità, lavoro e impresa, cultura, servizi.

#mettiamoLAsicura: migliorare il coordinamento delle forze dell'ordine, potenziamento corpo Polizia Municipale, riportiamo la PM nel centro urbano garantendo maggiori servizi nelle periferie, anche attraverso il potenziamento della postazione mobile, unità cinofila

#amministrazionesmart: aperta, accessibile in un click, sportelli nel territorio in collaborazione con i centri di aggregazione, semplificazione, digitalizzazione, trasparenza.

Riordino delle partecipazioni del Comune di Arezzo, sfruttando al meglio il know-how esistente, con l'obiettivo di migliorare la qualità dei servizi e contenere i costi.

#Manutenzione: finita la stagione delle grandi opere, occorre concentrare le risorse nella manutenzione, con le frazioni al primo posto. Promuovere le realtà impegnate nel decoro.

Monitoraggio e investimenti per la messa in sicurezza sismica (a partire dalle scuole) e idraulica.

Campagna di abbattimento delle barriere architettoniche: #nobarriere è una questione di civiltà.

Ambiente:efficienza energetica; piano per la riduzione delle emissioni; riduzione, recupero, riciclo, riutilizzo dei rifiuti per superare l'incenerimento.

Mobilità: politiche green con incentivazione della mobilità alternativa all'autoveicolo, con servizi di trasporto pubblico adeguati, car sharing elettrico, piste ciclabili

Lavoro e impresa: il Comune può quindi fare molto per attirare investimenti.

Valorizzare le nostre tradizioni imprenditoriali, le imprese che hanno saputo affrontare la crisi con spirito innovativo: il nostro territorio è ricco di eccellenze imprenditoriali, che occorre promuovere, affinché diventino locomotiva di sviluppo per tutti senza lasciare nessuno indietro.

Non solo semplificazioni ma anche servizi che rendano accogliente il nostro territorio per le imprese.

Promuovere l'insediamento di imprese innovative: realizzazione del polo digitale e incentivi urbanistici  per l'insediamento di start up e imprese innovative nelle aree produttive dismesse.

#Arezzoinvetrina: Puntiamo al turismo! Arezzo e le sue vallate: scommettiamo su un'alleanza strategica del territorio provinciale che può rappresentare un punto di svolta nella valorizzazione e promozione di Arezzo e del suo marchio. “Riconquistiamo” il nostro patrimonio, dal Vasari a Piero della Francesca: la nostra città ospita delle opere inestimabili  che il mondo ci invidia. Ha una storia millenaria, ha musei di assoluto valore, ha siti archeologici straordinari come Castelsecco e il Colle del Pionta: “usiamoli”!

Cultura: Non si vive di sola Icastica. La nostra città è ricca di associazioni che fanno cultura e socialità. Promuoviamole, anche attraverso la messa a disposizione di spazi comunali e semplifichiamogli la vita con procedure più snelle. Riapertura  del servizio serale per le biblioteche cittadine.

Servizi: Mettere al centro i bisogni dei cittadini di tutte le età, con particolare attenzione alle fasce più deboli.
Massima tutela per scuole comunali (maestre come presidio di qualità irrinunciabile) e servizi per la Terza età. Lo Sport come momento di integrazione di tutta la comunità e di scambio intergenerazionale.

#rigeneriamola: consumo di suolo zero e promozione della riqualificazione, riuso e rifunzionalizzazione del patrimonio edilizio esistente, come abbiamo già fatto e continueremo a fare (esenzione tosap per i cantieri in centro storico, riduzione al minimo oneri di urbanizzazione per le ristrutturazioni).

 

Facciamo di Arezzo un laboratorio di innovazione, un progetto da costruire insieme.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0