Prima Pagina | Politica società diritti | I Popolari per Arezzo insieme al Pd per il futuro della città

I Popolari per Arezzo insieme al Pd per il futuro della città

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
I Popolari per Arezzo insieme al Pd per il futuro della città

In vista delle prossime elezioni, l'associazione porterà il proprio contributo alla coalizione di centro-sinistra L'obiettivo dei Popolari per Arezzo è di rilanciare la città con un progetto democratico, credibile e partecipato

 

AREZZO – Una forte spinta al rinnovamento dell'amministrazione comunale per renderla più efficiente e vicina ai cittadini. Mossi da questo obiettivo, i Popolari per Arezzo hanno deciso di portare il loro contributo al Partito Democratico in vista delle prossime elezioni amministrative, entrando a far parte di una coalizione di centro-sinistra che nasce con l'obiettivo di garantire alla città un progetto politico credibile e condiviso. Rappresentata in consiglio comunale da Luigi Scatizzi, l'associazione politico-culturale sta ultimando in questi giorni la sua lista autonoma che sosterrà il candidato a sindaco del Pd vincitore delle prossime primarie e che proporrà alla cittadinanza una rosa di candidati di matrice cattolica, europeista e riformista. All'interno della coalizione, i Popolari per Arezzo saranno infatti i portavoce di tale tradizione culturale e valoriale ispirata al popolarismo democratico e, partendo da questa base, collaboreranno anche con forze politiche più orientate a sinistra come "Arezzo in Comune" per stabilire un programma condiviso per rilanciare la città e il suo territorio. «Il centrosinistra ha bisogno di una ventata di rinnovamento - spiega Andrea Gallorini, presidente dei Popolari per Arezzo, - per improntare l'amministrazione della città in un modo radicalmente diverso: la macchina comunale deve essere resa più funzionale e più vicina ai cittadini, dimostrando capacità di ascoltare e di rispondere alle loro esigenze. In questo senso siamo soddisfatti della coalizione formata dal Pd perché aggrega tante forze desiderose di governare in maniera democratica, credibile e partecipata, trovando una forte coesione sui progetti per la città». I Popolari per Arezzo investono grande fiducia sul futuro candidato a sindaco, indicandolo coma la figura deputata a tenere unita la coalizione e a farsi garante dell'attuazione del progetto politico per la città. In cambio, le forze che si presenteranno unite alle prossime elezioni dovranno impegnarsi a garantirgli appoggio e collaborazione nell'attuazione del programma concordato, difendendolo da ogni forma di contrattazione, ricatto e condizionamento. «La fase più importante in vista delle elezioni - aggiunge Scatizzi, - riguarderà proprio la stesura del programma. Tutte le componenti della coalizione porteranno il loro contributo e le loro idee, dando vita ad un processo di riflessione e condivisione orientato al bene comune della città e dei cittadini». In questo senso, i Popolari per Arezzo presenteremo e difenderemo le idee racchiuse nel loro programma nato nei mesi scorsi dall'ascolto dei cittadini e dal confronto interno all'associazione, portando così il loro prezioso contributo alla coalizione e al futuro di Arezzo.

 

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0