Prima Pagina | Politica società diritti | I poliziotti del COISP desiderano che ognuno torni al suo ruolo...

I poliziotti del COISP desiderano che ognuno torni al suo ruolo...

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
I poliziotti del COISP desiderano che ognuno torni al suo ruolo...

In relazione alle richieste di maggior presenza della Polizia Municipale sul territorio, in funzione di ordine pubblico, il sinacato di polizia, il COISP, scrive al questore.

Una riflessione giusta e condivisibile, che alleghiamo per intero:

"Egregio dott. MOJA, abbiamo letto sulle locandine della cronaca cittadina che la Polizia Municipale metterà in campo proprio personale in borghese per il contrasto alle rapine ed agli scippi.

Tale notizia se da una parte ci rende fiduciosi e speranzosi che più siamo e meglio è per tutti i cittadini aretini, dall’altro ingenera in Noi una profonda tristezza e amarezza…. un sentimento che nasce dalla consapevolezza che il nostro ufficio principe per tali reati, la Squadra Mobile, ormai non riesce più ad occuparsi di quei reati predatori che creano disagio e fanno aumentare la percezione di insicurezza nella nostra città.

Egregio Questore, crediamo che non si possano convogliare tutte le energie solamente nella lotta allo spaccio di sostanza stupefacenti. Per carità, più che giusto ed opportuno….. ma non dobbiamo dimenticarci anche di quei reati che si stanno riaffacciando pericolosamente in città, primi fra tutte le rapine in villa.

La presenza della Volante è fondamentale ma altrettanto è quello delle pattuglie della Squadra Mobile in borghese che per mille motivi riescono a raggiungere ed inserirsi in situazioni operative nelle quali  il personale dell’U.P.G. e S.P., proprio per la sua natura di alta visibilità, non riesce a penetrare.

Lo scippatore seriale assicurato alla giustizia nelle settimane passate da chi è stato arrestato?? Da un poliziotto in borghese libero dal servizio oppure dalla Volante?? Forse sarà un caso, anche se, come sicuramente Lei saprà, un caso non è stato. Dietro a quell’arresto vi era un lavoro certosino di settimane, fatto proprio dal personale delle Volanti che si è ritrovato ad improvvisare un’attività che magari altri hanno ritenuto meno importante da seguire perché forse già oberati di lavoro (…e speriamo che di questo si tratti).

Siamo rammaricati perché la Squadra Mobile in altre gestioni di un passato nemmeno tanto lontano, si è sempre messa in luce per le brillanti operazioni in tutti i settori del mondo del crimine, che hanno permesso di garantire a tutti noi cittadini la sicurezza in casa nostra. Forse qualcosa è cambiato, forse gli obiettivi individuati sono altri, forse è stato chiesto troppo al personale in forza in quell’ufficio … mah! Ci dica Lei, Signor Questore, quale è il problema. Ma non lo rappresenti solo ai poliziotti che dopo decenni si vedono sfilare la scena dalla Polizia Municipale, lo rappresenti  all’intera cittadinanza informandola di quello che sta succedendo.

E, se non per amore dei diritti dei cittadini ma almeno per senso del dovere, faccia in modo che la Polizia Municipale, che ha altre competenze anche in merito al decoro ed alla sicurezza urbana, non trovi spazio nelle allentate maglie del servizio di prevenzione della Questura, restituendo nei fatti alla Polizia di Stato la sua centralità nella prevenzione e repressione dei reati, anche mediante la Squadra Mobile".

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0