Prima Pagina | Politica società diritti | VASAI: “SUI RIFIUTI IMPORTANTE LA SINERGIA TRA ISTITUZIONI”

VASAI: “SUI RIFIUTI IMPORTANTE LA SINERGIA TRA ISTITUZIONI”

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
VASAI: “SUI RIFIUTI IMPORTANTE LA SINERGIA TRA ISTITUZIONI”

Il Presidente della Provincia sottolinea che il Piano Interprovinciale non perde la sua validità con gli atti approvati dalla Regione







“Con l'approvazione della Legge Regionale 61 su programmazione e gestione dei rifiuti e quella del Piano Regionale è stato fatto un buon lavoro di sinergia tra istituzioni nell'interesse del territorio perché le previsioni di questi atti non sono in contrasto con la nostra programmazione”. Il Presidente della Provincia Roberto Vasai, all'indomani dell'approvazione del Piano dei Rifiuti in consiglio regionale, sottolinea il significato del lavoro fatto con il Piano interprovinciale. “Condivido la soddisfazione espressa dal consigliere regionale Lucia De Robertis, che ha svolto in commissione un lavoro attento sui contenuti sui quali avevamo lavorato nei mesi scorsi adottando il Piano interprovinciale, che non perde la sua validità. E' grazie alla programmazione del Piano interprovinciale e alla sua disciplina di salvaguardia, che sarà efficace almeno fino al febbraio 2016 come stabilito dalla Legge regionale sui rifiuti e che non è stata censurata dalla Regione nel parere di competenza, che il procedimento amministrativo per la Valutazione di Impatto Ambientale sul progetto di nuovo impianto di incenerimento di rifiuti urbani di Arezzo non è stato avviato dalla Provincia. Con l'occasione annuncio che sono in fase avanzata i lavori di esame di tutte le osservazioni pervenute al Piano interprovinciale adottato e la predisposizione della opportune controdeduzioni, in modo che questi atti possano essere posti all’esame dei competenti consigli provinciali per l’approvazione definitiva del Piano interprovinciale”.

Gasperini: “Il Piano regionale dei rifiuti ha accolto gli emendamenti suggeriti dal Comune di Arezzo”

 

Il nuovo Piano regionale dei rifiuti ha accolto gli emendamenti proposti dal Comune di Arezzo. Non solo, quindi, è stato scongiurato il raddoppio dell’inceneritore di San Zeno ma è stata anche delineata una strategia che renderà questo impianto funzionale a nuove politiche ambientali. Il Comune di Arezzo è già in linea con quanto indicato dal Piano avendo con decisione e ormai da anni puntato sulla riduzione della quantità dei rifiuti, sulla raccolta differenziata e, ormai da mesi, sulla raccolta porta a porta in una serie di zone del comune sempre più ampie.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0