Prima Pagina | Politica società diritti | Nuova tegola per i treni dei pendolari, il ‘cervello’ si sposta a Bologna

Nuova tegola per i treni dei pendolari, il ‘cervello’ si sposta a Bologna

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Nuova tegola per i treni dei pendolari, il ‘cervello’ si sposta a Bologna

Mugnai (FI): «Inevitabile aumento disservizi. Non oso immaginare» Il Consigliere regionale, pendolare storico sulla tratta Arezzo-Firenze, paventa l’impatto dei nuovi assetti gestionali della ‘Direttissima’

«Non oso immaginare come sarà il servizio ferroviario sui treni regionali da domenica prossima quando, secondo la notizia appena lanciata dalla Cisl Toscana, la gestione della ‘Direttissima’ non sarà più in capo a Firenze Campo Marte ma a Bologna. Facile immaginare nuovi disservizi dovuti all’attribuzione più frequente di precedenza all’Alta velocità. Difficile, invece, immaginare servizi più scadenti di quelli attuali. Ma l’esperienza ci insegna che al peggio non c’è mai fine. Almeno qui in Toscana». La considerazione arriva dal Consigliere regionale di Forza Italia Stefano Mugnai, pendolare ‘storico’ sulla tratta ferroviaria Arezzo-Firenze con all’attivo diversi lustri di ritardi, carrozze marmate, guasti, dirottamenti sulle linee obsolete, distacchi di materiali a bordo treno e tutto quanto fa odissea di viaggio.

«La notizia diffusa dalla Cisl ci preoccupa non poco – argomenta Mugnai – perché è facilmente prevedibile uno scenario nel quale aumenteranno i disagi e disservizi per una tratta che interessa quotidianamente migliaia di pendolari che già adesso fanno ogni giorno i conti con uno standard qualitativo del servizio neanche lontanamente all’altezza dei livelli minimi di efficienza. Ora Cisl paventa che i treni del Valdarno saranno costretti a fermarsi sul binario per dare la precedenza alle ‘Frecce’ oppure instradati sulla linea lenta. Tutte cose che accadono già, ma che appaiono destinate a una maggior frequenza. Onestamente, non me lo so proprio figurare».

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0