Prima Pagina | Politica società diritti | Arezzo e Valdarno, per i pendolari regionale veloce sulla linea lenta

Arezzo e Valdarno, per i pendolari regionale veloce sulla linea lenta

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Arezzo e Valdarno, per i pendolari regionale veloce sulla linea lenta

Mugnai (FI): Risultato? Solito ritardo prevedibile ma imponderabile

 

 

 

«Attenzione prego: il regionale veloce 2304 delle ore 9 e 07 per Firenze Santa Maria Novella è dirottato sulla linea lenta e, per arrivare al capoluogo toscano da Montevarchi-Terranuova, anziché i 41 minuti previsti ne impiegherà non si sa bene quanti, facendo per oggi sosta in tutte le stazioni tra Figline e Campo di Marte, causa guasto ad altro treno che quindi ha condannato altri pendolari ad altri ritardi». A dare l’annuncio, stamattina direttamente da uno dei treni più frequentati dai pendolari valdarnesi, è il Consigliere regionale di Forza Italia Stefano Mugnai che vi si trovava a bordo e che, con i suoi compagni di quotidiana sventura, ha poi raggiunto Firenze diversi minuti dopo rispetto al previsto.

«Solo pochi giorni fa – ricorda – l’assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli assicurava che assolutamente non aveva alcuna risultanza che i treni regionali veloci venissero dirottati sulla linea lenta. Invece ecco qui: stamani ci ero sopra, abbiamo fatto una via crucis di stazioncine che ha sballato gli orari di tutti, da chi deve timbrare il cartellino per andare a lavoro fino agli studenti che hanno da entrare a lezione in orario. Il punto è che, anche in assenza di atti formali con cui si prevede lo spostamento sulla linea lenta di tanti treni usati dai pendolari che invece dovrebbero passare dalla direttissima, i casi in cui ciò accade non si contano più. Ed il timore, più che legittimo, è che siano destinati ad aumentare. Così non va».

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0