Prima Pagina | Politica società diritti | Molinelli: quando la rotella del telefono fa ancora: ta ta ta ta ta ta... come ai bei tempi andati!

Molinelli: quando la rotella del telefono fa ancora: ta ta ta ta ta ta... come ai bei tempi andati!

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Molinelli: quando la rotella del telefono fa ancora: ta ta ta ta ta ta... come ai bei tempi andati!

Mentre in città si parla di fibra ottica, a 2 km dal centro si viaggia ancora con centrali analogiche postbelliche, quelle che ancora fanno il classico ta ta ta ta durante la composizione del numero e non supportano l'adsl! Quando il "digital divide" ci divide si, ma dalla giungla...

 

“L’impegno del Comune per garantire a Molinelli telefonia mobile e Adsl” 

Incontro stamani davanti alla chiesa del paese

“Dare ragione ai residenti di Mulinelli non basta – afferma Paolo Fulini, assessore all’innovazione tecnologica del Comune di Arezzo che stamani li ha incontrati davanti alla chiesa del paese. Inseriremo quindi questa zona nel nuovo studio sulla telefonia mobile per il territorio comunale. L’obiettivo è avere un’antenna che garantisca il servizio telefonico. Solleciteremo quindi i gestori perché il Comune non può fare più di questo: la norma ci consente solo di individuare e mettere a disposizioni le localizzazioni per la collocazione delle antenne. Mulinelli è una realtà importante del territorio comunale e non può restare una ‘zona d’ombra’. Analogo ragionamento intendiamo fare per l’Adsl. Il digital divide è purtroppo un problema che non interessa solo parti del nostro territorio. Con la Regione Toscana intendiamo quindi verificare le possibili soluzioni per poter servire le cosiddette aree remote. L’assenza di segnale, sia esso della telefonia o dell’Adsl, penalizza parti della nostra comunità. Quello alla comunicazione – conclude Fulini – è un diritto che intendiamo far rispettare”.

I tempi non saranno brevissimi. “Dobbiamo indurre un operatore a fare un investimento che probabilmente non giudicherà fortemente redditizio: altrimenti l’avrebbe già fatto. Poi abbiamo le normali e non rapide procedure burocratiche. Purtroppo penso che saranno necessari alcuni mesi”

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0