Prima Pagina | Arte e cultura | La lista degli edifici storici privati visibili ad Arezzo e' finalmente disponibile!

La lista degli edifici storici privati visibili ad Arezzo e' finalmente disponibile!

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
La lista degli edifici storici privati visibili ad Arezzo e' finalmente disponibile!

Dai recessi di internet, sepolto sotto migliaia di altri documenti, è finalmente emersa la lista degli edifici privati visitabili di Arezzo e Provincia aggiornata al 2012. Ci è stata segnalata da un nostro lettore che, come ci ha raccontato, la stava cercando da molto tempo senza alcun esito positivo.

La lista comprende gli immobili della provincia di Arezzo che hanno ricevuto sovvenzioni pubbliche per opere di restauro parziali o totali. In cambio i proprietari hanno l'obbligo di mettere a disposizione dei visitatori le parti di pregio della proprietà per il ventennio successivo.

Nella lista pubblicata qua sotto sono riportati i numeri di telefono e gli orari della settimana adibiti alla visita.

Firenze, dove il turismo è una delle industrie portati dell’economia locale, ha una lista parziale, ma molto lunga degli immobili privati visitabili. La lista è stata redatta dalla Soprintendenza e poi pubblicizzata negli uffici turistici della citta. E’ possibile consultare la lista seguendo questo link.

La situazione ad Arezzo è diversa. Nessuno degli organi incaricati di redigere, pubblicizzare, divulgare ed incentivare questo tipo di visite, era al corrente dell’esistenza di tale lista. Al momento stiamo attendendo conferma ufficiale in merito alla sua completezza.

Il “ritrovamento” è avvenuto per puro caso su internet. Il documento era sotto forma di PDF dal titolo Convenzioni sul sito dei Beni Culturali di Firenze. Questa è la dimostrazione di una sostanziale mancanza di comunicazione tra Firenze e la Soprintendenza locale.

Il documento comprende un totale di 47 immobili di cui 15 ad Arezzo ed i restanti disseminati in tutta la provincia in luoghi come Cortona, Lucignano, Castiglion Fiorentino e via dicendo.

Inizieremo a breve a visitarli per assicurarci che i proprietari assolvano al dovere di aprire le porte di casa loro a coloro che vogliono visitarla.

L'articoli 38 del Codice Urbani afferma: “Accessibilità al pubblico dei beni culturali oggetto di interventi conservativi (1). 1. I beni culturali restaurati o sottoposti ad altri interventi conservativi con il concorso totale o parziale dello Stato nella spesa, o per i quali siano stati concessi contributi in conto interessi, sono resi accessibili al pubblico secondo modalità fissate, caso per caso, da appositi accordi o convenzioni da stipularsi fra il Ministero ed i singoli proprietari all'atto della assunzione dell'onere della spesa ai sensi dell'articolo 34 o della concessione del contributo ai sensi degli articoli 35 e 37 (2). 2. Gli accordi e le convenzioni stabiliscono i limiti temporali dell'obbligo di apertura al pubblico, tenendo conto della tipologia degli interventi, del valore artistico e storico degli immobili e dei beni in essi esistenti. Accordi e convenzioni sono trasmessi, a cura del soprintendente, al comune e alla città metropolitana nel cui territorio si trovano gli immobili (3).”

Aprire le porte della città e valorizzare tutti i suoi tesori e’ un passo fondamentale per l’industria del turismo locale.

Di seguito la lista dei palazzi visitabili ad Arezzo.

Palazzetto De Robertis, Corso Italia n.96. E’ possibile visitarlo tutti i mercoledì e sabato previo avviso telefonico escluso i mesi di luglio e agosto
 tra le 10,00 - 12,00. Il numero e’ 0575 21082.

Ex Scuderia Frosini, Loc. Pratantico. E’ possibile visitarla ogni lunedì e domenica ad eccezione di luglio e agosto previo avviso telefonico
 tra le 14 e le 16. Telefono: 0575 3605 73.

Fattoria Frosini, Loc. Pratantico. E’ possibile visitarla ogni lunedì e domenica ad eccezione di luglio e agosto previo avviso telefonico tra le 14 e le 16. Telefono: 0575 36821/335 297172.

Sconosciuto, Via fra le Torri n. 6. E’ possibile visitare il palazzo ogni martedì e sabato, ad eccezione di luglio e agosto, previo avviso telefonico tra le 8 e le 10. 
Telefono: 0575 300641.

Villa Redi al Piscinale, Loc Piscinale. E’ possibile visitare ogni martedì e sabato, ad eccezione dei periodi dal 15 dicembre al 15 gennaio e dal 15 luglio al 16 agosto, previo avviso telefonico tra le 9:30 e le 12:30. Il telefono e’ visibile su targa all’esterno dell’edificio.

Castello di Rondine, Loc. Rondine. E’ possibile visitare ogni domenica e lunedì, più la settimana della cultura previo avviso telefonico
 tra le 14 e le 16. Telefono: 0575 370275/334 344 9679/340 4949227.

Palazzo Albergotti, Loc Borgunto n. 26. E’ possibile visitare ogni giovedì e sabato, ad eccezione di agosto, più la settimana della cultura previo avviso telefonico tra le 16 e le 19. Telefono: 0575 20978.

Palazzo Brunori, Via CIsalpino n. 9. E’ possibile visitare ogni sabato e domenica, ad eccezione di agosto, e durante la settimana della cultura previo avviso telefonico
 tra le 15 e le 17. Telefono: 333 3929835.

Sconosicuto, Località chiassa superiore n. 360. E’ possibile visitare ogni mercoledì e domenica ad eccezione di agosto e dicembre previo avviso telefonico
 tra le 13 e le 15. Telefono: 0575361722

Sconosciuto, Via Fra le Torri n. 6 (piani Te I). E’ possibile visitare i primi martedì e sabato di ogni mese e la settimana della cultura previo avviso telefonico
 tra le 14 e le 16. Telefono: 0575 24617.

Palazzo Vezzosi, Via Pescaia n. 53. E’ possibile visitare i secondi sabato e domenica di ogni mese ad eccezione di agosto più la settimana della cultura previo avviso telefonico
 tra le 11 e le 12. Telefono 347 9210134.

Palazzo Rossi, Via Cavour n. 105. E’ possibile visitarlo tutti i martedì e sabato di ogni mese e la settimana della cultura previo avviso telefonico tra le 14 e le 16. Telefono: 055 685135/055 686114.

Palazzo Spadari, Corso Italia n. 114. E’ possibile visitare i primi mercoledì e sabato di ogni mese, ad eccezione di agosto, più la settimana della cultura previo avviso telefonico tra le 10 e le 12. Telefono: 0575 323849.

Palazzo Sandrelli, Via Cavour n. 119. E’ possibile visitare il martedì e sabato della seconda settimana di ogni mese, ad eccezione di agosto, più la settimana della cultura previo avviso telefonico
 tra le 10 e le 12. Telefono: 0575 603128.

Casale rurale Aretino granducale, Loc. Frassineto. E’ possibile visitarlo tutti i mercoledì e sabato di ogni mese più la settimana della cultura , giornate europee del patrimonio e santo patrono previo avviso telefonico
 tra le 8 e le 12. Telefono: 393 9935654/0575 23067.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0