Prima Pagina | Eventi e spettacoli | “ENTUSIASMO” ALLA CENA DELLA VITTORIA

“ENTUSIASMO” ALLA CENA DELLA VITTORIA

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
“ENTUSIASMO” ALLA CENA DELLA VITTORIA

 

“Entusiasmo” è la parola con cui passa alla storia la conquista della XXXI lancia d’Oro del Quartiere di Porta Santo Spirito che ieri (sabato 18) ha visto il momento culmine dei festeggiamenti con la Cena della Vittoria che ha raccolto il popolo della colombina al Centro Affari e Convegni location scelta dal direttivo per tale occasione.

Oltre 800 i commensali che hanno preso parte alla conviviale, a cui si sono uniti anche le personalità del mondo della Giostra e della politica aretina, che hanno festeggiato per tutta la notte i protagonisti dell’entusiasmante successo ottenuto nella Giostra del Saracino dello scorso 7 settembre.

La serata è iniziata  con la “passarella”, tra gli applausi scroscianti dei presenti, del Rettore Ezio Gori seguito dai cavalieri di riserva Andrea Bennati e Thomas Tanganelli dai titolari Elia Cicerchia e Gianmaria Scortecci e, a chiudere, il “condottiero” ovvero il capitano Marco Geppetti con la magnifica lancia d’Oro dedicata al 200.mo dell’Arma dei Carabinieri.

E’ seguita poi la proiezione di un video celebrativo del trionfo e, durante la serata, le premiazioni del direttivo ai giostratori Elia e Gianmaria, a cui sono state consegnate le oramai tradizionali copie in miniatura della lancia d’Oro, di Andrea e Thomas e dei “preparatori” Martino Gianni e Maurizio Orlandi oltre al fisioterapista Paolo Mencaroni. Un premio ai cavalieri, compreso Giacomo Burroni, anche da parte del Gruppo Giovanile.

In un crescendo di entusiasmo la serata è poi proseguita con la lotteria, l’asta delle lance e dei quadri con i ferri utilizzati dai cavalli Baby Doll e Palmasol e con la consegna a tutti i commensali, dell’edizione straordinaria del Bastione, il periodico del Quartiere, che quest’anno celebra il 25.mo anno di vita.

Simpatici poi alcuni interventi da “fuori programma”: la consegna di una bandiera del cappotto del 1934, il saluto di “Nando” Roggi uno dei più anziani tesserati del quartiere, e l’inaspettata, almeno per la fidanzata, richiesta di matrimonio di un quartierista con, ovviamente, la risposta positiva!.

Dopo il taglio della torta il festante popolo della colombina si è poi concesso alla musica del dj set memorabilia.

 

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0