Prima Pagina | Cronaca | SOPRALLUOGO DI CECCARELLI E VASAI SUL SECONDO LOTTO DELLA VARIANTE ALLA SR 69

SOPRALLUOGO DI CECCARELLI E VASAI SUL SECONDO LOTTO DELLA VARIANTE ALLA SR 69

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
SOPRALLUOGO DI CECCARELLI E VASAI SUL SECONDO LOTTO DELLA VARIANTE ALLA SR 69

Le soluzioni tecniche per la frana Poggilupi soddisfano gli amministratori, la conclusione dei lavori nei primi mesi del 2015



Sopralluogo dell'Assessore regionale Vincenzo Ceccarelli e del Presidente della Provincia Roberto Vasai sul secondo lotto della variante alla Sr 69. A pochi giorni dall'inaugurazione del primo lotto e del ponte “Leonardo”, gli amministratori di Regione e Provincia hanno verificato anche l'andamento dei lavori di questo tratto, che si estende per oltre un chilometro e mezzo dallo svincolo del casello autostradale fino alla località Acquaviva, nel Comune di San Giovanni Valdarno. “Siamo qui perché ci stiamo occupando del futuro - afferma l'Assessore regionale Ceccarelli.

Diamo infatti per acquisito il primo lotto, la cui inaugurazione martedì prossimo sarà un evento storico per l'intero territorio, e siamo qui a constatare la fattibilità delle soluzioni proposte con esiti positivi in uno snodo centrale come quello in corrispondenza della frana Poggilupi. Mettendo insieme le due cose dimostriamo la capacità di tutto il sistema di realizzare un'opera importante per tutta la Toscana, in un'area dinamica dal punto di vista economico come il Valdarno”.

Il secondo lotto della variante è realizzato in primis come allargamento della SP 11,  con la realizzazione di controstrade a doppio senso di marcia al fine di ridurre gli accessi diretti alla Sr 69. In località Poggilupi, dove è avvenuto il sopralluogo, il tracciato stradale è adiacente al versante collinare in frana e prevede un viadotto, denominato progettualmente “viadotto Poggilupi”, radente al terreno e di minimo impatto visivo,  restando parallelo all’autostrada, che scavalca la SP 11 fino a raccordarsi con la stessa in corrispondenza del sottopasso in uscita da San Giovanni Valdarno. “Le opere più significative di questo tratto – spiega il Presidente della Provincia Roberto Vasai - sono l'allargamento della sede stradale, realizzato per intero nel fondo stradale e da completare con bitumature, barriere, segnaletica e illuminazione, e il già citato viadotto Poggilupi,  del quale attualmente è in corso la realizzazione delle spalle di appoggio alle travate  il cui varo è programmato per la fine del mese di ottobre. Importante è la scelta tecnica per il consolidamento della frana Poggilupi riguardante movimenti di parti relativamente superficiali,  che  rispetto al progetto originario è stato oggetto di variante ulteriore proposta  dall’attuale appaltatore.

Dopo i necessari approfondimenti,  che hanno ritardato l’esecuzione dei lavori, si è arrivati a soluzione concordata che permette la non movimentazione di ingenti quantità di terreni da conferire a discarica, prevedendo  invece la realizzazione di un paratia a sostegno del fronte di frana, la regimentazione delle acque tramite un sistema a pettine di fossati e la realizzazione di terre rinforzate a valle della paratia,  con una previsione di completamento dell’intervento entro i primi mesi del prossimo anno”. L’importo delle opere ancora da realizzare per questo lotto ammonta a circa 1.650.000 euro, pari a poco più del 15% dell’importo di 10.200.000 affidato  al consorzio CCC di Bologna, con socio esecutore “La Castelnuovese”.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0